10mila euro per digitalizzare il commercio

10mila euro per digitalizzare il commercio

Si è aperto oggi il bando per l’innovazione digitale che prevede la concessione di contributi alle piccole e medie imprese commerciali del centro storico di Marsciano. Presentato nella mattina di mercoledì 18 luglio presso il Municipio, alla presenza del Sindaco Alfio Todini, dell’Assessore al Commercio Francesca Filippetti, della presidente dell’Associazione Commercianti di Marsciano, Patrizia Trequattrini, e di Lorena Ragnoni, il bando, con una dotazione di 10mila euro per contributi in conto capitale, nasce dall’esigenza di contribuire al mantenimento dei livelli occupazionali e della forza competitiva delle imprese del centro storico cittadino attraverso il cofinanziamento di progetti di innovazione informatica, digitale e sicurezza passiva.

Come ha spiegato il Sindaco Todini, “si tratta di una iniziativa che vuole essere da sostegno agli esercizi commerciale del centro storico cittadino per lo sviluppo della comunicazione, del marketing, della presenza sui social ed il rafforzamento della wi-fi comunale a vantaggio dei clienti dei negozi. Il bando è un atto concreto del lavoro svolto fin qui in sinergia con Confcommercio e tutti i commercianti in un quadro positivo di rilancio del centro di Marsciano come testimoniano anche le nuove aperture di attività di questi ultimi mesi. Ovviamente questo percorso è sperimentale, nostra intenzione è quella di ampliare il progetto al piccolo commercio in tutto il territorio comunale”.

L’attenzione a tutto il territorio è stata ribadita anche dall’Assessore Francesca Filippetti. “Stiamo lavorando per costruire una rete che vada oltre il centro cittadino e che sia in grado di coinvolgere tutti i piccoli commercianti di tutto il territorio. L’idea di fondo è proprio questa: partire dal cuore di Marsciano per arrivare in tutto il territorio comunale”.

I soggetti destinatari sono attività commerciali di vicinato, attività della somministrazione di alimenti e bevande, attività ricettive che abbiano sede all’interno del perimetro di influenza del PUC 2. Sono esclusi dalla possibilità di accedere al contributo tutti gli esercizi all’interno dei quali sono attivi apparecchi per il gioco d’azzardo e le attività di compro oro, argento e simili. Saranno ammessi a contributo gli investimenti relativi all’acquisto di hardware, software, servizi relativi alla promozione digitale dell’impresa, o investimenti relativi all’innovazione tecnologica della stessa, nonché investimenti sulla sicurezza passiva, come sistemi di videosorveglianza.

Ad ogni beneficiario sarà concesso un contributo di 1.000 euro a fronte di almeno 2.000 euro di investimento al netto dell'Iva. Le domande di ammissione dovranno essere trasmesse al Comune esclusivamente tramite PEC al seguente indirizzo: comune.marsciano@postacert.umbria.it a far
data dal 20 luglio 2018 dalle ore 08.00 e fino alle ore 24.00 del 04 agosto 2018. La domanda andrà presentata attraverso il modello scaricabile dal sito del comune www.comune.marsciano.pg.it accedendo allo spazio dedicato al bando dalla sezione “bandi avvisi ed esiti in evidenza” della home page. Sempre qui è possibile consultare il bando e tutte le informazioni necessarie per la presentazione della domanda. L’elenco degli operatori economici ammessi a contributo sarà stilato, entro il 30 agosto 2018, sulla base dell’ordine di presentazione delle domande, (data ed ora di invio della pratica tramite PEC) verificata, ovviamente, la coerenza dell’investimento proposto con i requisiti e gli obiettivi del bando. Entro il 31 ottobre gli aventi diritto dovranno quindi presentare tutta la documentazione ed entro il 15 novembre il Comune provvederà a liquidare gli operatori economici i cui investimenti sono stati ammessi a contributo.

“Un bando snello – ha affermato la presidente di Confcommercio Marsciano, Patrizia Trequattrini – con tempi certi sulla graduatoria e sulla liquidazione del contributo. Tutti elementi positivi che saranno certamente uno stimolo alla partecipazione da parte dei commerciati e delle attività del centro storico”.

COMMENTS

DISQUS: 0