Primi passi per una diretta del Cerro più sicura

Primi passi per una diretta del Cerro più sicura

Incontro tra Amministrazione Comunale, Provincia e Regione: massimo impegno promesso da tutte le parti chiamate in causa

La “diretta del Cerro” avrà due rotonde e autovelox fissi. E’ questo ciò che emerge dall’incontro avvenuto martedì 21 gennaio tra l’amministrazione comunale di Marsciano ed il presidente della Provincia di Perugia, Luciano Bacchetta. C’era da affrontare la criticità di un tratto di strada tanto trafficata quanto pericolosa per le alte velocità che vi si raggiungono in prossimità degli incroci a raso. L’urgenza della messa in sicurezza della strada provinciale n. 375, che collega Marsciano con la E45, era stata presentata nei giorni scorsi anche al Prefetto di Perugia, Claudio Sgaraglia, il quale aveva assicurato il proprio interessamento per favorire tempistiche celeri di intervento.

Davanti al presidente Bacchetta erano presenti la sindaca Mele, gli assessori Borzacchiello e Consalvi, il consigliere Simpatia ed il rappresentante del comitato strada Cerro, Mario Moretti, oltre al consigliere regionale Mancini: ovviamente tutti sono stati concordi nel ritenere i lavori sulla SP 375 non più rimandabili. Un primissimo passo è stato fatto già dalla Polizia Locale di Marsciano che, a proposito dell’installazione degli autovelox, ha già iniziato l’iter autorizzativo con la Prefettura.

“Questi nuovi contatti intrapresi con la Provincia, ente competente sulla strada del Cerro, con la Regione e con la Prefettura – spiega il sindaco Francesca Mele – confermano la volontà di tutti nel dare priorità a questa problematica”. Dopo l’aspetto “teorico”, viene la parte più difficile per ogni ente pubblico, ovvero trovare le risorse necessarie per la realizzazione delle opere, anche se fondamentali. “Lavoreremo in stretta sinergia con tutti gli enti preposti per arrivare quanto prima alla soluzione definitiva dei gravi problemi di sicurezza che riguardano questo tratto di strada” ha promesso la prima cittadina di Marsciano.