3 nuovi empori Caritas per trasformare lo spreco in sostegno. Uno a Marsciano

3 nuovi empori Caritas per trasformare lo spreco in sostegno. Uno a Marsciano

Fa strano non essere felici per l’apertura di un nuovo locale, ma quando quel locale è un emporio della Caritas c’è poco da essere felici, perchè significa che qualcosa non va. O forse no…perché proprio quell’emporio andrà a dare conforto e sostegno a chi ne ha davvero bisogno. Saranno ben tre i locali che verranno aperti tra questa settimana ed i prossimi mesi. Si partirà giovedì 10 marzo, quando sarà inaugurato l’emporio di Perugia: collocato nella zona di Sant’Andrea delle Fratte, in via Sacconi 27, sarà il secondo dopo quello di Madonna Alta datato 2014. Si continuerà poi con le aperture a Ponte San Giovanni e Marsciano, ma non si conoscono ancora le date precise per queste inaugurazioni. Il nuovo locale del capoluogo fungerà anche da sito di stoccaggio per le merci dirette agli altri empori.

Queste tre nuove aperture sono diretta conseguenza sia del Giubileo della Misericordia, sia del volere del cardinale Gualtiero Bassetti, che ha in tal modo reso tangibile e concreto l’appello di Papa Francesco per dire stop allo spreco di cibo: sarà lo stesso cardinale a presenziare l’inaugurazione di giovedì prossimo presso il nuovo emporio “Divina Misericordia” di Sant’Andrea delle Fratte e non è da escludere che, magari, vorrà essere presente anche alle altre.

Per ragionare su qualche numero, segno anche della crisi che ha colpito tante famiglie, basti pensare che quello che fino ad oggi è stato l’unico emporio di Perugia, nel primo anno e mezzo di attività, è stato frequentato da 1589 persone, riuscendo a distribuire ben 177 tonnellate di prodotti di prima necessità sia alimentari che per l’igiene, di cui 23 tonnellate provenienti dal recupero delle eccedenze alimentari.