Forza Italia chiude anche al nuovo progetto della Moschea

Forza Italia chiude anche al nuovo progetto della Moschea

Nella campagna elettorale che sta entrando sempre più nel vivo non poteva mancare, almeno a Marsciano, l’annosa questione “Moschea” o “Centro Culturale Islamico” e puntualmente è stata Forza Italia Marsciano, per mano e per bocca della coordinatrice comunale Francesca Borzacchiello e del consigliere Andrea Pilati, a riportare alla ribalta la querelle che ha animato non poco l’estate marscianese. Certo non si può dire che abbia perso tempo chi da sempre osteggia l’ipotesi di una nuova sede per la Comunità Islamica Medio Tevere: venuto a sapere dell’acquisto di un capannone all’interno della Zona Industriale del Capoluogo, infatti, Forza Italia ha ribadito più forte che mai il proprio “no”. E spiega in modo chiaro il perché di questa posizione.

Il problema è prima di tutto urbanistico, dicono. Quella zona artigianale necessiterebbe di una variante al PRG, che allo stato attuale non consente una simile destinazione d’uso dell’immobile. Sotto l’aspetto della salute ci sarebbero poi ulteriori problemi, vista la forte vocazione industriale dell’area e “la presenza di una attività insalubre”, come affermano gli stessi coordinatori politici.

I due rilanciano. “Forza Italia con il suo lavoro di opposizione eserciterà il più stringente potere di controllo al fine di non permettere alcun trattamento di favore e, pur avendo piena fiducia nell’operato degli uffici comunali competenti, non abbasserà la guardia”. Pilati continua poi lanciando una bella stoccata all’Amministrazione, rea a suo dire di un atteggiamento troppo morbido su integrazione e immigrazione e contrario a “chi da sempre ha contribuito a costruire Marsciano”.

Ribadendo inoltre le linee guida emerse dal documento votato in estate in Consiglio Comunale, Forza Italia “ricorda” al Comune l’impegno preso per “trovare il modo di rendere vincolanti alcune prescrizioni, come trasparenza dei fondi – punto sul quale Pilati e Borzacchiello puntano molto –, uso della doppia lingua, possibilità per tutti di accedere alle funzioni”. Non secondaria la preoccupazione rappresentata “dal notevole aumento di superfici disponibili [per il progetto]: si passa da circa 100 mq ad oltre 800 mq con ulteriore possibilità edificatoria, il che non rassicura in ottica di futuri sviluppi”.

Il consigliere Pilati chiude infine l’intervento con un appello al voto. “Forza Italia vuole riportare il piatto della bilancia verso la propria comunità, ma per farlo esiste un solo modo: cambiare amministrazione. Esorto la cittadinanza a dare un forte segnale già da queste elezioni politiche; quella croce avrà un grande peso. Siatene consapevoli.”

COMMENTS

DISQUS: 0