A Marsciano non mi hanno fatto volantinare: la denuncia di Bravi

A Marsciano non mi hanno fatto volantinare: la denuncia di Bravi

Mario Bravi, candidato al Consiglio Regionale nelle liste del Partito Democratico, nonché segretario regionale della CGIL (prima della candidatura), denuncia di essere stato bloccato a Marsciano, durante un volantinaggio dagli uomini della Polizia Municipale.

Il fatto viene riportato da Umbria24 e dovrebbe essere accaduto nella mattinata di lunedì, quando il candidato stava effettuando un volantinaggio al mercato settimanale di Marsciano.

“E’ inaudito e grave che la polizia municipale intervenga per bloccare l’esercizio di un diritto democratico, così come successo questa mattina durante il volantinaggio al mercato di Marsciano che stavo effettuando in qualità di candidato alle elezioni regionali” dice Mario Bravi – “Avendo verificato che la legge non prevede limitazioni di sorta su questo tipo di rapporto diretto con i cittadini lo considero una lesione ai diritti di democrazia fondamentali”.

“Invito il sindaco di Marsciano – prosegue il candidato del Pd al Consiglio Regionale – a voler correggere l’atteggiamento della sua Polizia Municipale. Invito, inoltre, i cittadini a riflettere sul tentativo di ostacolare un candidato che lavora per l’interesse generale del territorio umbro, anche della popolazione marscianese, nel regolare svolgimento di attività di campagna elettorale. Non escludo il ricorso all’autorità giudiziaria”.

A breve dovrebbe arrivare una risposta dal Municipio marscianese