Acconto Imu. Proroga o esenzione per le attività economiche

Acconto Imu. Proroga o esenzione per le attività economiche

Le misure di sostegno alle attività economiche sono diverse in base alla categoria degli immobili. La proroga prevede il pagamento dell’acconto al 30 settembre

Il pagamento dell’acconto Imu (Imposta municipale unica) per tutte le attività produttive, economiche e professionali che si trovano in difficoltà finanziaria a causa dell’emergenza sanitaria è stato prorogato al 30 settembre 2020: l’esenzione dell’acconto è totale, invece, per quanto riguarda le attività del settore turistico, come previsto dal Decreto Legge del 19 maggio 2020.

Il 30 settembre sarà anche la data limite, per quanti vorranno usufruire di questa proroga, per presentare la documentazione per autocertificare lo stato di difficoltà finanziaria.

Per i fabbricati di categoria D la proroga sarà concessa solo per la parte di imposta di competenza comunale, poiché l’amministrazione non può intervenire sulla parte di competenza statale. Per informazioni è possibile contattare l’area Entrate del Comune ai seguenti recapiti 0758747291/292.

“La fase di ripartenza attuale dopo il lockdown può solo parzialmente attenuare le difficoltà per le attività economiche – spiega il sindaco Francesca Mele – e l’esenzione o la dilazione dell’acconto Imu possono dare un po’ di respiro. Pur non potendo il Comune eliminare questa imposta, che rappresenta una parte importante delle entrate necessarie al mantenimento dei servizi, speriamo che le misure possano rappresentare un piccolo aiuto nel momento più delicato di questa crisi di liquidità che interessa la maggior parte delle realtà produttive”.