All’Ammeto il palio dei piccoli: ora sogna il triplete. Tripoli spera nel tris

All’Ammeto il palio dei piccoli: ora sogna il triplete. Tripoli spera nel tris

Doppio bis per Ammeto. Con la vittoria della quarta edizione del Palio dei Piccoli iscrive per la seconda volta il proprio nome nell’albo d’oro dopo il primo posto nella prima edizione. L’alto bis è la doppietta messa a segno in questa edizione 2016, sempre organizzata dalla Pro loco. I gialloblu ammetani, infatti, hanno conquistato la vittoria sia nel primo Palio delle Donne che in quello riservato ai Piccoli. Festa grossa, dunque, per il rione al quale manca solo l’affermazione nel Palio dei Grandi.

La serata finale dei piccoli ha avuto per cornice la solita festa di suoni e colori. Non sono mancati neanche i fumogeni. Non è mancato neanche un pizzico di “giallo”. Ma andiamo con ordine. Nel primo quarto di finale Ammeto supera Via Larga e nel secondo Tripoli ha la meglio su Schiavo. Vittoria abbastanza facile anche di Cerro su San Francesco. La gara più equilibrata è tra Centro e Ponte. Le due botti superano appaiate metà percorso poi Ponte passa anche per uno sbandamento dei biancogialli in fase di cambio. Nella prima semifinale Ammeto batte Ponte. Nella seconda succede che involontariamente Tripoli “tampona” Cerro appena passato in vantaggio. I giovai spingitori urtati da dietro cadono a terra. Gara sospesa e giudici che squalificano Tripoli. Finale senza storia con Ammeto (Matteo Matteucci, Jacob Allarabidi, Mattia Mescolini, Michele Severini) che vince il suo secondo Palio dei Piccoli.

Amarezza palpabile, comprensibile, e qualche lacrima nei volti dei giovani spingitori di Tripoli. Poi tutti a festeggiare all’interno del centro storico dove Livio live ha fatto ballare fino a tarda notte. Sabato sera finale del Palio delle botti grandi con Tripoli netto favorito per il tris e Ponte e gli altri pronti a fagli lo sgambetto.

(Foto di Foto Felicini)