Amm.ne Comunale: alla Rodari nessun crollo né rischio

Amm.ne Comunale: alla Rodari nessun crollo né rischio

Con una tempestiva nota rilasciata venerdì 14 dicembre, l’Amministrazione Comunale di Marsciano ha risposto in modo chiaro e non privo di polemica all’interpellanza presentata dal consigliere Pilati, preoccupato per infiltrazioni di acqua che hanno causato un crollo all’interno della scuola di infanzia “Gianni Rodari”. L’Amministrazione, chiamata in causa proprio da Pilati per – a suo dire – ritardi di intervento e lavori di ristrutturazione non perfettamente eseguiti, ha risposto punto su punto alle accuse avanzate dal capogruppo di Forza Italia, rispedendole al mittente e rimarcando anche quanto fatto perché l’anno scolastico si potesse inaugurare con tutte le certificazioni di sicurezza del caso. Di seguito riportiamo il comunicato completo.

Alla scuola “Rodari” di via Orvietana non c’è stato alcun crollo, nessuno ha corso rischi e nessuno li avrebbe corsi neanche se il banale fatto che si è verificato fosse avvenuto a scuola aperta. Al massimo, se uno dei frammenti del pannello sbriciolato (fatto di cartone riciclato pressato e fibra di lana) fosse caduto su qualcuno ci si sarebbe solo lievemente bagnati dato il peso, pochi grammi, degli stessi. Infatti quei controsoffitti, proprio per ragioni di sicurezza sono, come detto sopra, costituiti da materiale molto leggero che non crolla e che in presenza di piccole infiltrazioni di acqua dal tetto, quale quella che c’è stata, prima di tutto gocciola macchiandosi (dando modo a chiunque di accorgersi del problema), poi si rigonfia e infine appunto si sbriciola, non trattandosi di materiale rigido. L’infiltrazione verificatasi, di modesta entità, è stata tamponata non appena ha smesso di piovere.

La chiamata ai nostri tecnici è arrivata il giorno 13 dicembre alle ore 7.44 ed alle 8.15 (dopo mezz’ora) gli operai erano sul posto. Tempestività di cui ringraziamo tecnici e lavoratori evidenziando che i ritardi di cui parla Pilati sono quindi immaginari. Non appena le condizioni lo permetteranno si procederà alla sostituzione definitiva di una porzione di guaina (sul tetto) risultata rovinata. Dato che continua a piovere è stato comunque posto in opera un telo di protezione in corrispondenza dell’infiltrazione. Gli spazi interessati sono tornati pienamente utilizzabile e la situazione è monitorata. Alla interpellanza del Consigliere Pilati risponderemo comunque fornendo altri dettagli anche in merito alle segnalazioni ricevute.

Se poi vogliamo parlare di sicurezza dei nostri edifici scolastici possiamo farlo in qualsiasi momento. Ricordiamo solo che alla riapertura dell’Anno Scolastico il nostro Comune è stato, per ammissione stessa dei dirigenti scolastici, uno dei pochi che, in tempo reale, ha fornito le certificazioni richieste per i plessi di propria competenza. Certificazioni richieste dall’Ufficio Scolastico Regionale per il tramite, appunto, dei dirigenti scolastici territoriali. Basta andare a rileggersi le cronache di qualche mese fa per ricostruire una vicenda non priva di polemiche che mai hanno sfiorato il nostro ente.

Segnaliamo anche, brevemente, gli interventi di manutenzione straordinaria, ristrutturazione miglioramento/adeguamento sismico portati avanti. Citiamo solo quelli degli ultimi mesi: Schiavo (finito su infanzia e primaria), Papiano infanzia (cantiere in fase di chiusura lavori) e Spina (che prenderà il via tra poche settimane sulla infanzia/primaria, mentre si procederà alla sostituzione degli infissi sulla scuola media). Il tutto contenuto nei Piani di investimento del Comune rispetto ai quali le Minoranze, compresa quella rappresentata da Pilati, votano sempre in modo contrario, evidentemente per ragioni politiche.

L’elenco dei milioni di euro investiti sulla sicurezza dei nostri edifici negli ultimi anni sarebbe lungo includendo praticamente tutte le nostre scuole. Che sono state sempre la nostra priorità.

COMMENTS

DISQUS: 0