Anche Marsciano avrà il suo “Centro per il riuso”

Anche Marsciano avrà il suo “Centro per il riuso”

Un “Centro per il Riuso” a Marsciano? Pare proprio che la possibilità più volte auspicata in passato potrebbe concretizzarsi nel giro di qualche mese. È “L’Altra Marsciano” a fare il punto della questione con un comunicato stampa diramato in questi giorni. “Non possiamo che essere favorevoli alla realizzazione di un Centro per il Riuso, un punto centrale del nostro programma elettorale – afferma Yuri Capoccia, Capogruppo de “L’Altra Marsciano” in Consiglio Comunale – e una nota positiva rispetto all’inerzia dell’azione amministrativa, che sembra viaggiare con il pilota automatico sin dal suo insediamento”.

Marsciano comparirà dunque insieme ad altri dieci comuni umbri vincitori del bando regionale per l’attuazione di questa misura volta alla tutela ambientale e alla solidarietà sociale e, in questo senso, proprio “L’Altra Marsciano” vuole prendersi i meriti per un progetto nato “anche grazie alla segnalazione del sopracitato bando”.

Etica e attenzione al risparmio energetico si fondono in quello che è un ulteriore passo in avanti rispetto all’ormai ben noto processo di riciclo. “Ancora prima di questo obiettivo, andrebbe incentivata la cultura del riuso tal quale dei prodotti in buono – spiega il consigliere Capoccia – perché, se il riciclo dei materiali ci permette di risparmiare materie prime, il riuso ci permette anche di risparmiare immense quantità di energia”. Diminuzione dei rifiuti, impiego di forza lavoro e aumento della cultura della sostenibilità ambientale sono ulteriori obiettivi per l’immediato futuro, ma non certo secondari.

“Ad oggi, dalle informazioni in nostro possesso, siamo in fase di progettazione esecutiva e la speranza è che i lavori vengano ultimati per la primavera del prossimo anno. Il centro, che verrà collocato all’interno dell’Isola Ecologica, in località Pettinaro, avrà una superficie coperta di circa 110 mq, di cui 45 mq all’esterno, e la sua gestione verrà affidata, tramite un bando, ad un’associazione senza fini di lucro”.

A queste speranze “L’Altra Marsciano” aggiunge l’invito all’Amministrazione affinché pubblicizzi in modo adeguato l’intero iter del progetto. “La presenza di un congruo intervallo di tempo tra la pubblicazione delle finalità e della tipologia di associazione richiesta e la chiusura del bando – afferma sempre Capoccia – è fondamentale per dare a tutti, e non solo ai “ben informati”, il tempo e il modo di partecipare con cognizione di causa e con ragionevoli possibilità di esito positivo alla gara. Come opposizione cercheremo di incalzare l’Amministrazione per velocizzare le tempistiche e vigilare sull’affidamento della gestione del centro”.

COMMENTS

DISQUS: 0