Assessori e consiglieri comunali milionari: ma anche no!

Assessori e consiglieri comunali milionari: ma anche no!

Fra l’amministratore nei piccoli comuni è spesso un’attività che, se svolte nel modo giusto, porta via molto tempo e comporta notevoli spese per chi decide di farla; i consiglieri comunali soprattutto prendono un rimborso spese simbolico, che in alcuni casi va alla sede locale del partito; gli assessori ed il Sindaco hanno cifre diverse ma da qui a dire che a Marsciano ci si arricchisce con la politica ce ne corre.

L’Amministrazione comunale è scesa in campo con un comunicato stampa per smentire “le false voci che stanno circolando in determinate aree del territorio e che vedrebbero protagonisti i Consiglieri e gli Assessori comunali”.

Nella nota si legge che nessun Assessore o Consigliere ha mai percepito la cifra di 23.000 euro che sta circolando, i consiglieri devono ancora percepire le indennità del secondo semestre 2013, e non si tratta certamente di cifre astronomiche visto che il gettone di presenza per i Consigli Comunali o per le Commissioni è di 20 euro; l’indennità media degli assessori non supera la cifra di 800€ mensili lordi (variabili in base alla propria situazione lavorativa) per 12 mensilità. L’indennità del Sindaco, invece, ammonta a 2.788€ lordi che porta ad uno stipendio netto di circa 1.980€ mensili (per dodici mensilità); tali indennità di carica non sono state mai aumentate ed anzi hanno subito un taglio del 10% nell’anno 2009”.

Pare chiaro, sopra, il riferimento al comunicato stampa dei consiglieri Velloni e Mattioli , che denunciavano come alcuni dirigenti del Comune (e non assessori o consiglieri) prendessero la cifra di 23.000 euro di indennità oltre allo stipendio.

“Se invece ci si riferisse agli incentivi ai dipendenti titolari di posizioni “dirigenziali” – prosegue la nota dell’amministrazione comunale – all’interno dell’ente si chiarisce che tutto è regolato da precisi contratti di lavoro e che la discrezione dell’Amministrazione, oltre che a definire gli incarichi, si limita alla verifica del raggiungimento di tali risultati.

Si ricorda infine che il Comune di Marsciano ha un numero di dipendenti inferiore del 40% circa alla media nazionale e regionale. Con un dipendente ogni 274 abitanti a fronte di uno ogni 180 di media. Il che significa che il nostro costo del personale è notevolmente più basso (comprese le cosiddette funzioni “dirigenziali”). Nonostante ciò anche il nostro Comune, come tutti gli altri, ha un obbligo, sempre rispettato, di diminuire tale spesa sempre in forza di leggi nazionali”.