Biblioteca comunale: arrivano i marmocchi che amano i libri e la musica

Biblioteca comunale: arrivano i marmocchi che amano i libri e la musica

Bella iniziativa quella intrapresa dal Comune di Marsciano in collaborazione con la Scuola di musica “F. De Andrè” e l’associazione di volontariato Break Fast Club Teatro di Marsciano: letteratura e musica in formato “smart”, a portata di mano (e di curiosità) per tutti i piccoli futuri appassionati. “Letture marmocchie e piccole orchestre” nasce con l’intento di potenziare e ampliare i progetti “Nati per Leggere” e “Nati per la Musica” che da anni si svolgono presso la biblioteca comunale.
Con questa nuova attività, pensata appositamente per i più piccoli, si cerca di stimolare i giovani e giovanissimi all’ascolto di musica e alla lettura ad alta voce, in maniera giocosa e non occasionale, fin dai primi mesi di vita e quindi di sensibilizzare le famiglie sui vantaggi che questa pratica comporta: ecco il significato delle letture animate e delle piccole orchestre che, a partire dal 6 febbraio, animeranno le sale della Biblioteca comunale, stuzzicando l’attenzione e la concentrazione di quanti vorranno intervenire – l’iniziativa è pensata per bambini dai 6 mesi ai 10 anni. Gli incontri saranno inoltre utili per potenziare le capacità di relazione e socializzazione.

Le “Letture marmocchie e piccole orchestre” si svolgeranno nella mattina di giovedì, presso le sale dedicate della Biblioteca comunale e coinvolgeranno circa 800 alunni delle scuole Primarie e dell’Infanzia del I° e II° Circolo didattico di Marsciano. Si parte come detto il 6 febbraio e si proseguirà fino alla fine di maggio. L’iniziativa si innesta inoltre all’interno dell’evento nazionale “Il maggio dei libri” e per questo, tra aprile e maggio, saranno promossi ulteriori appuntamenti dedicati a grandi e piccoli.
Il progetto è coordinato da Laura Liotti e si avvarrà dell’intervento di educatori ed esperti musicali tra cui Matteo Bigaroni, Lucia Alunni, Alice Boggi, Francesca Corneli, Caterina Laura, Fabio Lombrici, Simona Margutti.