Bimbo marscianese rischia di morire soffocato, salvato al Meyer di Firenze.

Bimbo marscianese rischia di morire soffocato, salvato al Meyer di Firenze.

Un gesto banale che avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi: un bambino di 14 mesi ha rischiato di morire soffocato questa notte; il fatto è avvenuto in una frazione di Marsciano, il bambino è stato portato di corsa al pronto soccorso del Santa Maria della Misericordia dove il bimbo è stato prima stabilizzato e poi trasferito all’ospedale Meyer di Firenze in codice di massima gravità, dove è stato sottoposto urgentemente ad una broncoscopia per la rimozione di un corpo estraneo.

L’intervento eseguto a Firenze è “riuscito senza alcuna complicazione”; il bambino si trova ricoverato, in prognosi riservata in Rianimazione, dove dovrà restare per alcuni giorni, per essere costantemente monitorato nei parametri vitali.

Da una prima ricostruzione pare che il bambino, nel pomeriggio di martedì, stesse giovando in un parco di una frazione di Marsciano quando ha raccolto ed ingerito una infiorescenza di abete; la madre si è subito accorta dell’accaduto ma il bambino, dopo un breve attacco di tosse, ha ripreso a giocare come se non fosse successo nulla; i genitori, entrambi lavoratori nel perugino, hanno fatto cenare il bambino e lo hanno messo a letto; solo nella tarda nottata il bambino ha iniziato ad avere forti problemi respiratori ed a quel punto i genitori sono corsi in ospedale dove è stato subito preso in cura, sedato e trasferito in elicottero a Firenze alle prime luci della mattina.

Tutto questo per avere ingerito un piccolo ramoscello raccolto in un parco.