Brigate solidarietà: oggi raccolta alla Fiera dei Morti per le zone terremotate

Brigate solidarietà: oggi raccolta alla Fiera dei Morti per le zone terremotate

Se dopo la scossa del 24 agosto le Brigate di Solidarietà Attiva si erano adoperate mostrando tutto lo slancio solidale di Marsciano, forse fin lì poco conosciuto, con i recenti fenomeni sismici che hanno interessato in modo tanto violento l’Umbria orientale, le BSA tornano con tutto il loro impegno chiedendo il contributo fondamentale di tutti i cittadini della nostra stupenda regione. Dopo l’ennesima scossa di domenica si è attivato l’intervento delle Brigate anche in Umbria e nei prossimi giorni tutti i ragazzi e le ragazze che ne fanno parte saranno impegnate nell’ennesima gara di solidarietà.

Un lavoro preziosissimo quello delle Brigate di solidarietà attiva che va avanti fin dal 2009, cioè da quando, in occasione del terremoto de L’aquila, vide la luce questa Onlus della quale fanno parte individui di differente estrazione: ragazzi e ragazze, compagni e compagne, richiedenti asilo. Il popolo che lavora per chi ne ha bisogno: una solidarietà disinteressata che lavora secondo il motto “dal popolo, per il popolo”.

Le BSA opereranno secondo due linee di intervento. Nella prima è previsto un sostegno concreto ai circa 600 cittadini di Norcia che hanno accettato di essere ospitati nella zona del Lago Trasimeno: lo si farà attraverso generi di prima necessità che saranno raccolti oggi, a partire dalle ore 10:00, presso la Fiera dei Morti a Pian di Massiano (Perugia). La raccolta si svolgerà ad orario continuato nelle ore di apertura della fiera. Tutto ciò che sarà raccolto verrà immediatamente portato presso gli alberghi che ospitano i cittadini sfollati. Nella serata, inoltre, partiranno anche gli aiuti da inviare a San Ginesio (MC). Presso il punto raccolta delle BSA alla Fiera dei Morti sarà possibile richiedere informazioni e verrà distribuito un volantino con la lista del materiale richiesto, che è possibile leggere anche in fondo all’articolo.

La seconda parte del prezioso lavoro delle Brigate di Solidarietà Attiva si concretizzerà con la realizzazione, a Foligno, di un magazzino che possa raccogliere il materiale proveniente dal resto di Italia e, successivamente, di uno spaccio alle porta di Norcia.

Il lavoro di questi giorni segue la consegna di altro materiale, come generi alimentari e vestiario, a Norcia, Visso, Ussita, San Ginesio, Gagliole e Fiastra. Da sottolineare il fatto che quando si parla del vestiario raccolto e consegnato dalle BSA, si sta parlando di capi nuovi reperiti dalle brigate di tutta Italia subito dopo l’emergenza dello scorso 24 agosto. L’appello ,dunque, è quello di aprire il cuore ancora una volta e di aiutare le sfortunate popolazioni dell’appennino umbro-marchigiano: dobbiamo essere tutti parte di questa magnifica solidarietà dal basso che ha già egregiamente lavorato con spacci popolari ad Amatrice e a Colli del Tronto (AP) e che ora apre il terzo fronte nella nostra regione ferita.

Le persone hanno bisogno solo di indumenti NUOVI O SANIFICATI. Si raccolgono:

  • ciabatte nuove uomo, donna, bambino

  • scarpe nuove uomo donna bambino

  • calze nuove uomo donna bambino

  • mutande nuove uomo donna bambino

  • tute nuove o sanificate uomo donna bambino

  • reggiseni nuovi

  • canottiere nuovi uomo donna bambino

  • body nuovi bambini

  • pigiami nuovi o sanificati uomo donna bambino

  • giacche nuove o sanificate uomo donna bambino

  • maglioni o felpe nuove uomo donna bambino

  • indumenti per bambini nuovi o sanificati

  • detergenti per persona (sapone intimo,bagnoschiuma, dentifrici e spazzolini, rasoi e schiuma da barba)

  • forbicine e tagliaunghie.

    NB. Presso il punto raccolta non verranno accettate collette alimentari.