Carnevale marscianese, dopo il veglione grande attesa per la sfilata

Carnevale marscianese, dopo il veglione grande attesa per la sfilata

Saranno una ventina i carri e i gruppi mascherati che domenica 2 marzo sfileranno per le vie del capoluogo. La Pro loco annuncia che grazie all’accordo con l’Associazione polisportiva Spina i due eventi carnevaleschi si svolgeranno in due domeniche diverse.

L’edizione 2014 del carnevale marscianese è iniziata sabato con un Veglione all’ex Melograno. Sabato 1 marzo, alla sala De Filippo ore 18.30, il laboratorio Isola di confine propone lo spettacolo teatrale “Pierino e il lupo”. Domenica 2 marzo la sfilata a partire dalle ore 15.
Sono annunciati carri da fuori comune e precisamente da Fratta Todina, San Venanzo e Poggio Aquilone-Sant’Angelo. Già confermata la presenza di carri realizzati ad Ammeto, Via Larga, Ponte, Papiano, Schiavo, dall’Osma, dal Gruppo folk Canti popolari Umbri e da un gruppo nuovo di zecca, “Resto del mondo”.
Saranno presenti alla sfilata anche la Filarmonica Città di Marsciano, il Chorus e la Filarmonica Verdi di Spina con le majorette e tre classi della scuola elementare del capoluogo. 

Cinque i premi in palio: miglior carro, miglior gruppo i maschera, miglior coreografia, idea originale e miglior maschera. Della giuria faranno parte tre esperti individuati dalla Pro loco e un rappresentante per ogni carro e gruppo presenti alla sfilata.
Due giorni dopo, martedì 4 marzo, appuntamento con Sansimino. La tradizione, tutta marscianese, vuole che Sansimino venga condotto davanti al giudice da un corteo di incappucciati per essere giudicato. E, come sempre, sarà condannato a bruciare sul rogo. Il corteo si muoverà dal centro storico alle ore 18 e il rogo sarà allestito al centro della rinnovata piazza.