Cdx. 300 firme per un intervento contro l’accattonaggio molesto

Cdx. 300 firme per un intervento contro l’accattonaggio molesto

Il Centrodestra marscianese, attraverso il capogruppo Andrea Pilati, torna su un tema caro al partito e ai propri sostenitori e che già tempo addietro era stato affrontato all’interno del blog curato dallo stesso consigliere ed ex candidato sindaco: oggi come allora, l’accattonaggio molesto resta al centro del programma del centrodestra che accusa l’Amministrazione di scarsa attenzione verso questo problema. Così, dopo essersi fatto promotore nel maggio 2015 di una mozione volta a dare una regolamentazione del fenomeno e, di fatto, a reprimere le azioni moleste e di maggiore disturbo, oggi lo stesso partito punta sulla raccolta firme per chiedere azioni concrete in questo senso. Di seguito riportiamo il comunicato stampa inviatoci dallo stesso Andrea Pilati.

Come Centro Destra Marsciano abbiamo depositato oggi le oltre trecento firme raccolte a sostegno dell’introduzione nel Regolamento di Polizia Locale di una norma che punisca i comportamenti di accattonaggio molesto. Questa tematica, già portata all’attenzione del Consiglio Comunale è stata “parcheggiata” dall’Amministrazione Comunale in attesa di acquisire maggiori informazioni.

Tuttavia, a parte la disponibilità di facciata a parlare del problema, è evidente che l’Amministrazione non considera l’accattonaggio un problema e con buonissima probabilità la Commissione non darà il suo benestare alla redazione di un testo condiviso. Condiviso proprio perché avevamo già dimostrato apertura su questa tematica chiedendo di coinvolgere tutte le forze politiche nell’individuazione delle condotte più odiose e pericolose, pur avendo già presentato una bozza di articolato molto specifica. Di fatto però l’Amministrazione, ad oggi, non ritiene che l’accattonaggio molesto rappresenti un fenomeno da reprimere.

In data 17/11/2015, in sede di Commissione sono state invitate le forze dell’ordine, per rappresentare la situazione su molti aspetti legati alla sicurezza. Oltre alle varie tematiche che ruotano attorno al tema “sicurezza” si è anche parlato di accattonaggio, le forze dell’ordine, per loro stessa ammissione, hanno riconosciuto che in assenza di una norma regolamentare inserita nel Regolamento di Polizia Locale non hanno strumenti sulla base dei quali intervenire: spesso i fatti hanno una rilevanza inferiore a quella penale ed in ogni caso, a nostro avviso, non è nemmeno necessario attivare la macchina della Giustizia per reprimere condotte che possono essere disincentivate in via “amministrativa”.

In attesa della convocazione di una nuova riunione di Commissione che metta definitivamente un punto sull’introduzione di una norma contro l’accattonaggio molesto, abbiamo depositato in Comune oltre 300 firme raccolte a sostegno. Queste firme, già esibite precedentemente, sono state raccolte in maniera spontanea e senza fatica e oggi vengono consegnate all’Amministrazione per sollecitare un intervento che non è assolutamente discriminatorio e che anzi può dirsi di buon senso e condiviso da tutti coloro che sono stufi di subire condotte che vanno oltre la normale tollerabilità.

Andrea Pilati – Centro Destra Marsciano