Chiesta variante PRG per la Moschea. FI: “senza rispetto”

Chiesta variante PRG per la Moschea. FI: “senza rispetto”

Poco più di due mesi. Tanto è durato il silenzio intorno alla questione del Centro Culturale che la comunità islamica sta tentando da qualche tempo di costituire nel territorio marscianese. Un fortissimo no era pervenuto dai partiti politici di destra ed ora è di nuovo Forza Italia a farsi avanti per informare i cittadini sugli ultimi sviluppi e per ribadire la sua netta contrarietà al progetto. All’inizio il problema sembrava fosse l’individuazione di Ammeto come luogo di insediamento della “moschea”, ma col passare del tempo anche FI si è allineata alle posizioni più intransigenti degli alleati leghisti. Dunque ora il no sembra assoluto e a priori.

Causa scatenante della nuova polemica è, come si legge in un comunicato a firma Borzacchiello-Pilati, la recente “Osservazione al P.R.G. per ottenere la Variante di destinazione d’uso della struttura interessata da artigianale a luogo di culto” dopo che a fine gennaio era uscita la notizia dell’acquisto di un capannone nella zona industriale di Marsciano.

“Questa è la trasparenza, la chiarezza ed il rispetto che secondo loro meriterebbero i marscianesi” dichiarano i due, in netta polemica con l’Amministrazione comunale e con l’Imam, rei a loro dire di tacere sul progetto e tenere all’oscuro i marscianesi nonostante la “netta e chiara contrarietà dei cittadini alla realizzazione di una Moschea nella nostra città”.

Anche se i termini assoluti utilizzati dalla Coordinatrice Comunale e dal Vice Coordinatore Regionale di Forza Italia sulla “netta e chiara contrarietà dei cittadini” sono forse un po’ troppo risoluti, certo è che la questione ha sollevato nei mesi scorsi un polverone non da poco, causa e conseguenza probabilmente del clima politico pre-elettorale. Sono molti i cittadini che si dicono contrari al progetto, aprioristicamente o convintamente, e proprio per questo astio latente sarebbe forse meglio muoversi alla luce del sole e con le carte ben visibili sul tavolo.

“Siamo passati dalla possibilità di realizzazione di un Centro Culturale Islamico, alla certezza di una vera e propria Moschea – rilancia Forza Italia – con una superficie enorme (800 mq, con possibilità di ampliamento) in grado di ospitare centinaia di persone provenienti da tutta l’Umbria”.
“Tra pochi giorni i cittadini potranno effettuare osservazioni a tutte le richieste di Variante al P.R.G., compresa quella protocollata dalla Comunità Islamica. Sarà nostro compito e nostra premura, informare tutti sull’iter urbanistico e burocratico”

Francesca Borzacchiello e Andrea Pilati chiedono infine un passo indietro al Consiglio Comunale attuale, definito “in scadenza”, perché, a loro dire, “non può prendersi una responsabilità così grande e regalare (sic) ai marscianesi la nuova moschea della Media Valle del Tevere. Dovrà essere il nuovo Consiglio Comunale ampiamente legittimato dal voto, tra poco più di un anno, a decidere come gestire la cosa”.

COMMENTS

DISQUS: 0