Colonnine per la ricarica ed auto elettriche: ci siamo

Colonnine per la ricarica ed auto elettriche: ci siamo

Sono in corso di installazione in questi giorni le due colonnine elettriche che l’amministrazione ha deciso di montare nel capoluogo e saranno funzionanti entro la fine del mese; la messa in opera è fatta dal personale di Enel e le due colonnine ad uso pubblico per la ricarica di veicoli elettrici sono ubicate presso il parcheggio di via del Molino e in via Piccolotti di fronte la Casa della Salute.

Queste due colonnine per la ricarica, il cui costo di istallazione è a totale carico di Enel, potranno essere utilizzate dai cittadini attraverso la stipula di un contratto con uno dei due fornitori di energia elettrica per la ricarica presenti in Umbria, Enel Energia e Cesap, i quali rilasceranno una card con la quale effettuare la ricarica.

Inoltre, come annunciato nella conferenza stampa di fine anno, a breve il parco auto della Polizia Municipale verrà rinnovato con l’acquisto di due veicoli elettrici con la contestuale rottamazione di due vecchie auto a benzina. Tale acquisto, per un valore totale di circa 40mila euro, sarà in parte finanziato utilizzando i nuovi ecoincentivi appena approvati dal Governo cui si aggiunge un contributo derivante dal progetto europeo MuSAE (Municipalities Subsidiarity for Action Energy), volto a sostenere gli Enti comunali nella costruzione di Piani energetici ambientali e a sensibilizzare e informare i cittadini sui temi dello sviluppo sostenibile. Questo permetterà al Comune di acquistare le due auto spendendo al massimo 15mila euro.

Questa operazione, oltre ai benefici ambientali legati all’abbattimento delle emissioni di CO2, determina anche una riduzione annua dei costi di gestione rispetto alle auto rottamate di circa 6mila euro. Si tratta quindi di un intervento perfettamente in linea con la politica di attenzione all’ambiente, riduzione dei consumi energetici e di contenimento della spesa che in questi anni il Comune di Marsciano ha portato avanti, come di recente avvenuto con l’investimento nella pubblica illuminazione e che garantirà al Comune un risparmio energetico annuale di circa il 25% rispetto agli anni passati.

COMMENTS