Compignano in festa per la Casa della Filarmonica

Compignano in festa per la Casa della Filarmonica

Si è svolta sabato la festa per l’inaugurazione della Casa delle Filarmonica che dopo 40 giorni di lavori per la riqualificazione e la decorazione, è tornata ad accogliere la Banda di Compignano e tutti gli abitanti.

I lavori sono stati eseguiti in economia con il contributo di alcuni sponsor privati; è stato restaurato il boccascena del palco e la decorazione dello sfondo del palco con una pittura murale dove è raffigurata una veduta della frazione di Compignano; ad eseguire i lavori Elisa Becchetti, Francesco Rocchini e Mary Jane Antonini.

La riapertura della Casa della Filarmonica è avvenuta sabato 12 ottobre con una cerimonia pubblica cui ha preso parte anche l’Amministrazione comunale con il Sindaco Alfio Todini e l’Assessore alla Cultura Valentina Bonomi.

Molti i cittadini di Compignano e non solo presenti alla cerimonia che si è aperta con una performance della Filarmonica all’esterno della struttura. Ad accogliere i presenti sono stati i saluti del segretario della Filarmonica, Mario Titoli cui è seguito l’intervento del Presidente, Claudio Mariotti, che, prima di concludere con i sentiti ringraziamenti a tutti coloro che hanno lavorato per la sistemazione della sala, ha ripercorso le varie vicende che hanno interessato la struttura, a partire dalla sua edificazione ad opera delle sole maestranza compignanesi tra il 1933 e il 1934 con lo scopo di ospitare le attività della Filarmonica, della Filodrammatica e dell’associazione ricreativa “Dopolavoro”.

Da quel momento la Casa della Filarmonica, quale spazio di socializzazione e espressione culturale, continua a rappresentare un vero e proprio patrimonio di memoria collettiva per tutto il paese.