Coop scrive ai marscianesi, a breve la vicenda in Consiglio Comunale

Coop scrive ai marscianesi, a breve la vicenda in Consiglio Comunale

Coop scrive ai marscianesi, a breve la vicenda in Consiglio Comunale

E’ oramai quasi un anno che si parla del possibile nuovo centro commerciale da realizzare ad Ammeto, progetto voluto da Coop per spostare il suo punto vendita che attualmente si trova all’Arco, in Piazza Karl Marx.

Il progetto è stato presentato, presto il consiglio comunale di Marsciano dovrà esprimersi per decidere se autorizzare l’accorpamento di più lotti commerciali per creare una struttura da oltre 3000 mq fra il Cross Conad e l’attuale sede del Lidl.

La Coop centro Italia ha spedito in questi giorni una lettera ai soci marscianesi, firmata dal Presidente Giorgio Raggi, dove spiega le motivazioni di questa scelta.

Nella lettera è scritto che “l’iter di approvazione sta procedendo secondo i tempi previsti dalla legge, il progetto sarà oggetto, entro il mese di febbraio, di analisi e votazione da parte del Consiglio Comunale. La mobilitazione del nostro Comitato Soci, dei dipendenti e delle loro rappresentanze sindacali e la disponibilità da parte dell’Amministrazione Comunale all’ascolto delle esigenze di modernizzazione della nostra presenza nel territorio stanno quindi avvicinandoci al risultato”.

L’investimento – si legge- sarà di 7 milioni di euro e secondo Coop saranno una decina i nuovi posti di lavoro nella struttura; i lavori verranno realizzati “coinvolgendo appieno le energie economiche presenti nel territorio”.

Un passaggio della lettera riguarda anche l’attuale struttura, quella dell’Arco: si legge che Coop ha stipulato un contratto con imprenditori locali confermando quindi le voci di un progetto per la creazione di una piscina coperta; Coop “favorirà al massimo delle proprie possibilità questa realizzazione”, così come si impegnerà a mantenere un “piccolo negozio di generi alimentari a servizio di quell’area della città” che verrà eventualmente abbandonata.

Secondo gli investitori, in caso di rilascio delle autorizzazioni, ci vorranno 12 mesi per portare a termine i lavori; la lettera ai soci si chiude con un appello da parte di Coop, quello di “seguire con attenzione l’evolversi del tutto e a sostenere questa iniziativa di crescita della Cooperativa nella tua città”.

Ora la parola passa al consiglio comunale che a breve dovrà discutere la vicenda che ha visto tutti i gruppi politici esprimersi in questi mesi, con le opposizioni tutte contrarie, con l’unica eccezione del consigliere Costantini, e con la maggioranza stessa che ha posizioni variegate al suo interno, con il Pd che ha di recente smentito la sua contrarietà e si è detto ora favorevole al progetto, mentre Pm, Psi e Sel hanno da tempo espresso dubbi sulla c­ollocazione della nuova struttura e per il destino del centro commerciale Arco.