Cosa fare con i rifiuti ingombranti?

Cosa fare con i rifiuti ingombranti?

In questa fase di emergenza, con molti cittadini impegnati forzatamente in casa e in lavori fai da te, la gestione dei rifiuti ingombranti diventa un problema non secondario. Ecco cosa fare

Potrebbe sembrare un effetto collaterale di questa dura emergenza epidemiologica, ma quello dei rifiuti abbandonati rischia di diventare una grana per il sistema di smaltimento e per l’ambiente, così il Comune di Marsciano e SIA invitano i cittadini a non abbandonare accanto ai bidoni stradali, e in nessun altro luogo, le potature e i rifiuti dell’attività di giardinaggio. Stessa sorte deve toccare a tutti i rifiuti ingombranti che in questi giorni di lavori “fai da te” si possono accumulare in casa: servono un piccolo sforzo e un po’ di pazienza, dopodiché potranno essere portati nelle isole ecologiche e gettati appena le circostanze lo permetteranno.

Con l’arrivo della primavera aumenta la produzione di questi rifiuti, ma purtroppo tra le misure volte al contenimento della diffusione del coronavirus, c’è anche la chiusura dei Centri di raccolta comunale dove poter effettuare questo tipo di conferimento. “Una chiusura che, come previsto dell’ultimo decreto governativo – spiega l’assessore all’Ambiente del Comune di Marsciano Roberto Consalvi – si protrarrà almeno fino al 13 aprile. Chiediamo quindi ai cittadini di conservare presso la propria abitazione questo tipo di rifiuti, così come anche altri rifiuti ingombranti, fino a che non ci sarà la riapertura dei Centri di raccolta”.

SIA, insieme alla polizia locale, effettuerà dei controlli per scongiurare l’abbandono di questi rifiuti e, in presenza di comportamenti illegali, saranno comminate le sanzioni previste. L’appello rivolto ai cittadini è, quindi, per un comportamento responsabile a tutela del decoro urbano e dell’ambiente.