Covid-19. Non ce l’ha fatta un ex Nestor

Covid-19. Non ce l’ha fatta un ex Nestor

Tra i 19 deceduti in Umbria c’è anche Vincenzo Pasqua, bomber della Nestor sul finire degli anni ’60

Si è spento nella giornata di lunedì 23 marzo , a 76 anni, Vincenzo Pasqua, ex bomber di Nestor e molte altre formazioni della Regione: ricoverato al Santa Maria della Misericordia in seguito a contagio da Covid-19, il suo fisico non ha retto alle complicanze causate dal virus. Pasqua, che a Marsciano ricordano molto bene quelli che seguivano la Nestor negli anni ’60, è tra i 19 deceduti in Umbria in seguito al contagio da Coronavirus.

Vincenzo Pasqua (nella foto il secondo accosciato da destra) è arrivato alla Nestor all’inizio del campionato 1967-68, voluto dal neo allenatore Elio Grassi. Allenatore sul quale puntava molto il presidente Franco Susta per risollevare le sorti degli azzurri. Il campionato non poteva iniziare meglio. Leggere sotto.

SEGNA SEMPRE PASQUA

Di nuovo in casa per il derby con il Todi.
Gli ospiti sono Poponi, Tonato, Biccini, Serra, Scimmi, Ceccaroni, Ceppitelli, Sofferenti, Ruggiano, Strettomagro, Storti.

Nestor in campo con Giannoni, Piscini, Frezzini, Tosti, Roma, Gambacorta, Diano, Fiorini, Tesei, Narducci, Pasqua. Subito in gol Pasqua. Pareggia Ruggiano a sei minuti dalla fine.

Sette giorni dopo è ancora derby. Contro il Deruta rientra tra i pali Chiarini. In difesa Tosti lascia il posto a Moretti mentre in attacco Antonini subentra a Tesei. Al tredicesimo del secondo tempo su assist di Antonini, Pasqua mette in rete il gol della vittoria. La Nestor è ad un solo punto dalla coppia di testa formata da Gubbio e Spello.

Trasferta a Pontefelcino, 0 a 0 e azzurri ancora imbattuti. La Nestor va che è un piacere e con la Juventina vince 3 a 0. Nel primo tempo segna Roma. Poi, nella ripresa, Pasqua mette a segno la sua prima doppietta in maglia azzurra. Con questa vittoria gli azzurri sono secondi a un punto dal Gubbio.”

Il 25 aprile 1968 la Nestor ospita in amichevole la Ternana. Si inaugura lo stadio comunale. La Nestor continua a dare soddisfazione e, grazie anche ai gol di Pasqua, chiude al quinto posto.

Nel campionato successivo la squadra, rafforzata con l’arrivo di Cagnazzo, Flamini, Branda e Goretti, disputa un brillante campionato. Per lunghi tratti comanda la classifica. Alla fine, nonostante i 17 gol del “folletto” Pasqua, sarà terza. A Vincenzo “Enzo” Pasqua, all’epoca 23enne, sono bastate due stagioni per imprimersi nei compagni e in chi lo ha visto giocare in maglia azzurra. Pasqua ancora giocava a calcetto con gli amici. Nel 2013 con la squadra veterani della Pontevecchio vinse il torneo intitolato a Gammaidoni.