Crede nel proprio sogno e ottiene un’importante borsa di studio

Crede nel proprio sogno e ottiene un’importante borsa di studio

La danza marscianese continua a crescere e prova ne sono i tanti risultati dei quali ci troviamo a parlare durante l’anno. Stavolta però non è una squadra in particolare, una scuola o dei piccoli atleti a far parlare di loro stessi, ma un aspirante professionista che ormai ha deciso di dedicarsi anima e corpo a questa passione, nata tanti anni fa. Si tratta di Marco Toccaceli, marscianese doc cresciuto a pane e danza dall’età di 6 anni, passato nel tempo dalle scuole di Marsciano, Todi e Perugia ed oggi davanti ad un bivio importantissimo per la propria vita professionale.

“La danza è stata un colpo di fulmine”, ammette, ed oggi quel colpo di fulmine si sta concretizzando in qualcosa di molto più grande grazie ad una borsa di studio al quale è risultato idoneo al 100%. il 15 settembre scorso presso il Molinari Art Center a Marco è stato riconosciuto il talento, certo, ma anche la passione necessaria in questa difficile strada e gli è stata consegnata la borsa di studio per il Corso di Perfezionamento Professionale realizzato dall’Associazione Italiana Danzatori/Ministero Beni e Attività Culturali e Turismo, da frequentare presso la sede operativa del Molinari Art Center di Roma.

La commissione che ha deliberato questo riconoscimento era composta da Giacomo Molinari (direttore artistico), Giovanna Spalice (Ètoile del Teatro San Carlo di Napoli), Vinicio Mainini e molti altri: insieme hanno certificato la formazione già solida delle basi della danza ed ora, grazie a questa ulteriore tappa del percorso di formazione, permetteranno a Marco di perfezionarsi come danzatore, così da poter rispondere alle esigenze del mercato professionale nazionale ed internazionale

“Ciò che mi ha spinto ad andare avanti e dare il massimo – racconta Marco – è stato il desiderio di realizzare il mio grande sogno. La grande passione per la danza unita alla perseveranza mi hanno permesso di non demordere nonostante i “no”. È solo l’inizio di un percorso duro ma potenzialmente ricco di opportunità e soddisfazioni”.

COMMENTS

DISQUS: 0