Crisi occupazionale. La ricetta socialista dopo il consiglio comunale aperto

Crisi occupazionale. La ricetta socialista dopo il consiglio comunale aperto

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato da parte del PSI marscianese, dove si riflette sulla crisi occupazionale che sta interessando il comune e che di recente è stata al centro di un Consiglio Comunale aperto alle parti in causa interessate come cittadini, imprese, sindacati e categorie di settore. Una ricetta socialista per superare la crisi, anche alla luce di quanto emerso proprio nella seduta partecipata del 3 marzo scorso.

“Dopo il Consiglio comunale aperto volto ad analizzare la situazione economica e occupazionale nel comune di Marsciano e nella Media valle del Tevere, il Partito Socialista ritiene necessario riflettere sui problemi che attualmente attanagliano la nostra società.

Come già espresso dal Capogruppo consiliare e Vicepresidente della Provincia Roberto Bertini, riteniamo fondamentale, in un momento così difficile per imprese e lavoratori, operare affinché si possa garantire l’acceso in tempi brevi alle risorse a loro destinate, troppo spesso difficilmente fruibili a causa di impedimenti burocratici o, più semplicemente, per mancanza di informazione. Importante è, dunque, coordinare le esigenze dei piccoli e medi imprenditori da un lato, la disponibilità di fondi e risorse dall’altro, al fine di accelerare e concretizzare le iniziative che oggi spesso purtroppo rimangono sulla carta.

È necessario organizzare una cabina di regia che sia in grado anche di proporre e coordinare l’aggregazione di piccole aziende che, occupandosi di attività similari o complementari tra loro, possano trovare convergenze produttive e sviluppare progetti comuni, una cabina di regia che possa farsi carico e diventare interfaccia concreta tra richiesta ed offerta di beni e servizi sia localmente, sia a livello nazionale e internazionale. Non di minore importanza è la creazione di una banca dati che permetta l’incontro tra richiesta ed offerta di figure professionali. Nel Consiglio comunale è infatti emerso, come già affermato più volte dal PSI marscianese, la difficoltà per gli imprenditori di trovare ed inserire nei loro organici alcune figure professionali che invece esistono e sono presenti nel territorio, ma non sanno come farsi conoscere e come offrire il proprio sapere. Importante è, dunque, garantire ai giovani, al termine del loro percorso di studi, una capillare formazione, così da canalizzare le loro capacità in settori realmente in grado di offrire reali opportunità di lavoro.

Nel Consiglio comunale aperto molto si è parlato e teorizzato, ma il Partito socialista di Marsciano ritiene urgente e necessario un approccio maggiormente pragmatico che permetta in tempi ridotti di vedere qualche risultato e che dia maggiore speranza e fiducia alle nostre aziende ed ai nostri lavoratori. Per questo il Psi è a disposizione per iniziare a lavorare subito e concretamente.”