Da Castiglione della Valle all’Appennino bolognese: donna morta carbonizzata

Da Castiglione della Valle all’Appennino bolognese: donna morta carbonizzata

Una donna che da tempo frequentava Castiglione della Valle, è stata ritrovata morta pochi giorni fa nel bolognese; la signora, di 43 anni ed originaria di Lugano, in Svizzera, viveva nel bolognese ed il suo corpo carbonizzato è stato trovato nei giorni scorsi a Pianoro, in località Zena, in fondo ad una vallata dell’Appenino.

La donna era sposata ed aveva due figli, viveva diversi mesi all’anno a Castiglione della Valle, dove aveva una casa che però era stata lesionata e resa inagibile dal sisma del 2009; in questi anni non ha voluto abbandonare la frazione del nord di Marsciano ed era spesso ospite da amici, pur di mantenere legami con il nostro territorio.

Il corpo di G.B. è stato rinvenuto dopo una segnalazione di un’auto abbandonata: i militari hanno controllato il veicolo che era in sosta da un paio di giorni nella zona ed hanno trovato il cadavere della proprietari a circa duecento metri di distanza, in una zona boschiva.

Il corpo era carbonizzato, vicino c’era una tanica vuota di benzina: pare che la donna avesse comprato del liquido infiammabile un paio di giorni prima della tragedia; sul fatto stanno svolgendo le indagini i Carabinieri che al momento non escludono alcuna pista anche se quella del suicidio pare la più probabile.