Da Porano ad Assisi a piedi: l’impresa speciale di Francesco Fredro

Da Porano ad Assisi a piedi: l’impresa speciale di Francesco Fredro

Sembra una vera impresa quello che Francesco Fredro, orvietano di 37 anni, si accinge a compiere: oggi, giovedì 11 agosto, partirà infatti da Porano senza cibo, acqua e soldi alla volta di Assisi. La notizia arriva dal sito Orvietosport.it dove si legge una piccola intervista all’avvocato, sposato con un bambino: “Mi domandano tutti perché? Perché partire da casa di notte e fare quasi 100km a piedi senza niente e, sopratutto, perché verso Assisi, come se stessi facendo chissà quale stupidaggine”. Come si legge nell’intervista di Monica Riccio di Orvietospot.it. “Io mi sento di fare qualcosa di semplice e naturale”. 

Cita poi l’avvocato la lettera del protagonista del film Sette anni in Tibet al figlio: “Nel paese in cui sto viaggiando, il Tibet, credono che percorrere a piedi lunghe distanze verso i luoghi sacri, purifichi le cattive azioni commesse, credono che più il viaggio è difficile, più la purificazione è profonda. Non ho fatto che camminare da un luogo lontano all’altro da molti anni. Da quando sei nato tu… In questo luogo dove il tempo è immobile sembra che tutto si muova. Incluso me. Non posso dire di sapere dove sto andando, né se le mie cattive azioni saranno purificate. Sono tante le cose che ho fatto e di cui mi pento. Ma quando mi fermerò definitivamente, spero che tu capirai, che la distanza che ci separa non è cosi grande come sembra. Con profondo affetto..Tuo padre”. In queste parole c’è, secondo Francesco Fredro, la risposta.

Questa é la road map che Francesco Fredro si è prefissato partendo da Porano alle 4:30 di giovedí 11 Agosto 2016: Porano, Colonnetta di Prodo, Ospedaletto, Poggio Spaccato, San Venanzo, Vesca, Marsciano, Cerqueto, San Valentino della Collina, San Enea, S. Martino in Campo, Torgiano, Colle, Passaggio, Santa Maria degli Angeli, Assisi. L’arrivo è previsto al tramonto, ma Fredro non ha fretta. Ad Assisi poi non sa bene cosa succederà, dove andrà e cosa farà: “Per il momento la sfida è arrivare, poi si vedrà”. La sfida sarà anche quella di coinvolgere gli abitanti dei paesi che toccherà: sarebbe bello far trovare lungo il percorso acqua o cibo o qualsiasi altra cosa che possa aiutare questo cammino speciale.