Depuratore di Marsciano: entro settembre via ai lavori di ammodernamento

Depuratore di Marsciano: entro settembre via ai lavori di ammodernamento

Dovrebbe essere questo di agosto il mese decisivo per l’inizio dei lavori di ammodernamento e potenziamento del depuratore civile di Marsciano. La struttura, situata lungo il fiume Nestore in località Santa Maria dei Poggiali, verrà ampliata così da potenziare la capacità e la qualità della depurazione: operando sia sulla linea di trattamento acque, che su quella di trattamento fanghi, i lavori in progetto consentiranno all’impianto di rientrare nelle più moderne normative previste dal Piano di tutela delle acque. Contestualmente ai lavori di ammodernamento, verranno portati avanti anche interventi sull’impianto elettrico, sulla rete stradale interna all’area e sulla copertura perimetrale, grazie ad una nuova piantumazione che andrà a creare una barriera verde.

Il costo complessivo degli interventi in programma, che saranno a carico di Umbra Acque, si aggirerà intorno ai 3 milioni di euro e sarà finanziato per buona parte (2.700.000 €) dalla Regione dell’Umbria attraverso il Programma attuativo regionale del Fondo per lo sviluppo e la coesione 2007-2013; i restanti 300mila euro verranno dall’Ambito territoriale integrato n. 2 attraverso fondi derivanti dai proventi tariffari.

VIDEO: SETTEMBRE 2012, IL NESTORE ED IL SUO INQUINAMENTO (COSTANTE) 

“Si tratta – afferma il Sindaco Alfio Todini – di un’opera importantissima per la quale abbiamo lavorato a lungo insieme agli altri soggetti interessati. Finalmente possono partire dei lavori di ampliamento e di ammodernamento tecnologico che miglioreranno la qualità della depurazione civile e con essa la qualità delle acque del Nestore e del Tevere. Un progetto a basso impatto che prevede anche importanti interventi di mitigazione ambientale”.

Per il momento, invece, nulla sembra muoversi per la parte settentrionale del corso del fiume Nestore. Già diversi anni fa avevamo documentato, con il video proposto sopra, lo stato pessimo delle acque del fiume e, da allora, nulla sembra essere cambiato (se non in peggio). Anche il primo cittadino, oggi come allora, ammette che c’è “assoluta necessità di un impianto di depurazione a servizio dei paesi della zona nord ovest del Comune. Opera strategica per il decisivo risanamento del fiume. Su questo continuiamo a lavorare”.

Ma già all’epoca del video, parliamo sempre del 2012, si parlava della realizzazione di un nuovo depuratore che potesse servire tutta la zona nord del comune e anche in questo caso nulla sembra essersi mosso. Resta solo da capire quanto dovrà essere lunga l’attesa.