Donna “imprigionata” nel piano interrato dell’Arco

Donna “imprigionata” nel piano interrato dell’Arco

Breve disavventura all’ex centro commerciale. Le urla hanno attirato un passante

Disavventura finita bene grazie ai Carabinieri di Marsciano. Una donna è rimasta chiusa dentro un locale nel piano interrato dell’ex centro commerciale Arco. “Imprigionata” dietro una porta di emergenza, che, una volta riagganciata, non era più possibile riaprire dal lato opposto. A dare l’allarme un passante che ha sentito le urla disperate della signora, che per lo spavento ha anche accusato un lieve malore.

I carabinieri, immediatamente intervenuti sul posto, sono riusciti ad individuare il punto esatto in cui la donna era rimasta chiusa, accedendo dal parcheggio sotterraneo. La donna ha poi spiegato di essere arrivata lì scendendo dalla scalinata esterna del piano superiore e pensando di poter uscire dalla parte opposta. I militari hanno anche prestato le prime cure e, dopo averla tranquillizzata, valutato che non c’era più bisogno dell’intervento dei sanitari.