Eric Guitar Davis & Luca Giordano Band @ Trasimeno Blues 2013

Eric Guitar Davis & Luca Giordano Band @ Trasimeno Blues 2013

[fve]http://youtu.be/fcC73C6Z0XA[/fve]

Scoppiettante concerto a Passignano; Eric Davis, nato negli anni ’70 e figlio d’arte del batterista di fama mondiale Bobby Davis, ha iniziato a suonare la batteria all’età di cinque anni. All’età di dieci, Eric era già diventato un abituale frequentatore della scena blues di Chicago, a suonare la batteria con il compianto Jr. Wells, Lefty Dizz, Buddy Guy, BB King etc. Mentre continuava a suonare la batteria sul circuito blues, Eric frequentava il leggendario Checkerboard sulla 43° strada, luogo in cui chiede al bassista locale Flash di insegnargli a suonare il basso ma Buddy Guy, sentita la conversazione da dietro il bancone, suggerì ad Eric che, al fine di impressionare le ragazze, avrebbe dovuto suonare la chitarra, e, porgendogli la sua vecchia Fender, gli mostrò un accordo di Sol… Quasi 30 anni dopo, Eric Davis è diventato un riferimento nella scena musicale grazie alla sua perfezione, all’intenso e ardente guitar picking, assoli elettrizzanti e una corposa voce blues. Eric è stato anche votato da numerosissimi fans in Ohio, Indiana, Michigan, Tennessee, Missouri, Iowa, Kansas, Illinois, come  Miglior performance regionale inedita  del 2009.

Essendo uno dei chitarristi più ricercati di Chicago, ha suonato con Jimmy Burns, Big James & the Chicago Playboys, Shirley King, Luca Giordano e la band Italia, Nellie Travis, condividendo il palco con Tyrone Davis, BB King, Lil Ed, Aaron Burton Buddy Guy, Ronnie Baker Brooks, Billy Branch & the Sons of Blues, Mike Wheeler, Toronzo Cannon, Chico Banks, Charlie Amore… per citarne alcuni.

Eric “Guitar” Davis, raffinato portavoce blues del 21° secolo, presenta in Europa l’ultimo album “Trouble Makin Man”con il supporto della Luca Giordano Band.

La Luca Giordano Band è il progetto principale dell’omonimo chitarrista teramano, che con questa line up che può esprimere al massimo livello e personalità: Luca Giordano costruisce il suo spettacolo alternando esperienze personali ad omaggi ad alcuni dei suoi più grandi ispiratori (Carlos Johnson, Chris Cain, JW Williams e Lurrie Bell), dal Blues tradizionale con toni e colori sgargianti, a ritmi più sperimentali, con un gusto speciale per il Gospel, e senza mai allontanarsi troppo dal sentimento emotivo tipico della musica nera in generale.

Video di Matteo Berlenga, intervista di Simone Bargelli

COMMENTS

DISQUS: 0