Fersinone declassato? Dalla Regione dicono di no: solo sostituzione di tabelle

Fersinone declassato? Dalla Regione dicono di no: solo sostituzione di tabelle

Sembrava dovessero arrivare tempi bui per i pescatori marscianesi che considerano il Fersinone un pò come il “loro” torrente. Nei giorni scorsi,infatti, era rimbalzata la notizia che la tabellazione del corso d’acqua stesse cambiando e che lo stesso non sarebbe più stato un torrente da “acque secondarie di Categoria A”: questo avrebbe comportato, nell’immediato, il mancato ripopolamento a salmonidi alla vigilia dell’apertura della pesca alla trota, oltre a differenti tutele per quanto riguarda il lungo periodo.

Dalla Regione Umbria fanno però sapere che alcune segnalazioni a riguardo erano già arrivate agli uffici competenti, ma assicurano anche che la tabellazione del torrente resterà invariata, facendo salva così la passione di tanti appassionati della zona. I funzionari, interpellati al telefono, hanno fatto sapere che sono state tolte o sostituite solo alcune tabelle, ma la cosa non ha nulla a che fare con un possibile cambio di “categoria”.

In effetti spulciando su internet si può trovare il VADEMECUM DEL PESCATORE ANNO 2016 , dove risulta chiaramente come il torrente Fersinone, tanto nel suo tratto perugino che in quello ternano, sia indicato ancora come tratto ad “acque secondarie di Categoria A”. Il 28 febbraio, giorno di apertura per la pesca alla trota, sarà dunque anche quest’anno un giorno speciale, con la speranza che i pescatori, tutti, possano continuare a rispettare questo fantastico e amato corso d’acqua.