Fondi strutturali: i 5 Stelle umbri ne hanno discusso a Marsciano

Fondi strutturali: i 5 Stelle umbri ne hanno discusso a Marsciano

Nel pomeriggio di domenica 20 luglio si è svolto un incontro a cui hanno partecipato alcuni consiglieri comunali umbri del M5S, eletti nell’ultima tornata elettorale di maggio e giugno: l’appuntamento ovviamente era al punto di incontro dei pentastellati marscianesi, ovvero la sede di via XXIV maggio. Al centro della discussione dei 18 presenti c’erano i fondi strutturali e le tematiche connesse ad essi. Un confronto che sarà forse servito anche per affinare doti e conoscenze che, certamente, devono crescere visto che, anche a livello nazionale, per buona parte dei pentastellati si tratta della prima esperienza di politica locale: a dare risalto e “prestigio” all’incontro, la presenza anche di un grillino un po’ più “navigato”, ovvero quel Filippo Galinella che fu eletto a Montecitorio due anni or sono nella circoscrizione Umbria e che già avevamo avuto modo di conoscere su Marsciano7 . Questi i nomi di tutti i consiglieri comunali presenti all’appuntamento di domenica:

  • Marcello Rosignoli (Bastia Umbra)

  • Stefania Bistacchia (Castiglione del Lago)

  • David Cerboni (Castiglione del Lago)

  • Gioia Clavenzani (Città della Pieve)

  • Francesca Baldaccini (Foligno)

  • Fausto Savini (Foligno

  • Enrico Cerquiglini (Gualdo Cattaneo)

  • Stefania Troiani (Gualdo Tadino)

  • Rodolfo Rughi (Gubbio)

  • Roberto Passerini (Magione)

  • Valerio Spanu (Panicale)

  • Cristina Rosetti (Perugia)

  • Michele Pietrelli (Perugia)

  • Stelvio Olivi (Piegaro)

  • Andrea Taddei (San Giustino)

  • Valentina Pigliapoco (Umbertide)

Ovviamente nella sede pentastellata marscianese era presente anche l’ex candidato sindaco marscianese, Giorgio Brunori, che di recente ha potuto gioire con tutto il gruppo politico per la “conquista” della Commissione Controllo e Vigilanza al Comune di Marsciano. Come si legge nel blog del partito questo è “un compito di una importanza fondamentale per un movimento come il nostro che pone le propria fondamenta sulla trasparenza e sul rispetto delle regole” e che di fatto va a centrare uno degli obiettivi che già lo stesso Brunori aveva posto come centrali, in caso di vittoria alle elezioni : già all’epoca, infatti, il capogruppo parlava di una “ventata di aria nuova per Marsciano” e prometteva innanzitutto “trasparenza amministrativa”, puntando il dito soprattutto “sulla situazione economica del nostro comune” che, a detta sua, era tutta da verificare. Ora non c’è che da aspettare per vedere che cosa potrà comportare la presidenza di una commissione per la quale i grillini hanno “pubblicamente” esultato.