Giardini Orosei, esaminate le osservazioni dei cittadini

Giardini Orosei, esaminate le osservazioni dei cittadini

Nelle settimane scorse il progetto di riqualificazione dei giardini pubblici Orosei di Marsciano è stato oggetto di una revisione sulla base delle osservazioni e dei suggerimenti che i cittadini hanno presentato. Molti i suggerimenti pervenuti al Comune, sia di carattere estetico che tecnico. Sarà anche grazie a questi che la Giunta Comunale, una volta ottenuto il parere della Sovrintendenza ai beni storici, architettonici, culturali e paesaggistici potrà provvedere all’approvazione definitiva del progetto e all’avvio delle procedure di gara per l’appalto dei lavori.

Nello specifico i primi interventi previsti sono la ricollocazione delle statue de “il Fante” e della “Vittoria Alata”, originariamente presenti nei vecchi giardini, ma poi spostate in piazza Karl Marx, e la posa della “Rosa dei Venti” all’interno dell’area dei percorsi dei nuovi giardini. L’illuminazione natalizia del cedro secolare sarà sostituita con una nuova a tecnologia LED e verranno predisposti punti specifici per le ricariche elettriche. Per ciascuna specie arborea verrà inoltre inserita una targa identificativa alla base della pianta, mentre verranno presi in considerazione altri modelli di panchine, possibilmente in materiale ligneo.

Le maggiori perplessità dei cittadini erano rivolte all’utilizzo del famigerato acciaio Cor-ten, già impiegato (e odiato dai più) per l’arredo delle vie del centro. Il Comune lascia poche speranze sulla sua sostituzione, elencando tutte le proprietà positive di questo materiale, sia sotto il profilo della costruzione, sia sotto quello della manutenzione. Nulla si dice sotto il profilo estetico. Lo stesso discorso vale per il legno di Accoya usato per le area di sosta. “E’ stato scelto – fanno sapere nella relazione pubblicata dopo le osservazioni dei cittadini – per un duplice motivo: è un materiale che ha prestazioni durevoli nel tempo e risponde alle esigenze del progettista di conferire un aspetto naturale, assicurando stabilità e comfort alle area di sosta durante tutto l’anno”.

Altre osservazioni erano state avanzate per le bordure delle aiuole realizzate con profili metallici, che però avranno “la parte sommitale arrotondata e sono prodotti brevettati e commercializzati”, mentre per quanto riguarda la fontanella di acqua potabile, il comune fa sapere che “era già stata prevista nel progetto presentato”. I disegni di Rolando Meallesi saranno invece spostati e recuperati in un’altra area pubblica (probabilmente nel polo scolastico). L’area giochi bambini è prevista pavimentata con gomma antitrauma poiché, oltre a proteggere da cadute, garantisce l’accessibilità a persone su sedie a rotelle ed, evitando i ristagni d’acqua, l’uso durante tutto l’anno.

Nessuna recinzione invece sarà installata, a differenza di quanto richiesto da alcuni cittadini, mentre sarà approfondita la possibilità di vietare l’ingresso agli animali. Capitolo sorveglianza infine: la nuova pubblica illuminazione e l’impianto di videosorveglianza consentiranno un controllo efficace dei comportamenti di ciascuno.

“Ringraziamo – afferma il Sindaco Alfio Todini – tutti coloro che hanno presentato le loro osservazioni e, di fatto, portato un contributo al miglioramento del progetto iniziale. Quanto prima partiranno le procedure di espletamento della gara per l’affidamento dei lavori. Il nostro obiettivo è quello di riconsegnare a tutta la città, entro l’estate 2018, giardini pubblici più belli, più vivibili, sicuri e ordinati, accessibili a tutti e funzionali al loro ruolo di spazio di socializzazione”.

COMMENTS

DISQUS: 0