Grande successo per l’anteprima de “Il mio festival”

Grande successo per l’anteprima de “Il mio festival”

Mille studenti delle scuole del territorio comunale di Marsciano tra infanzia, primaria e secondaria hanno all’anteprima de partecipato “Il mio festival”. Sono questi i numeri importanti, accompagnati da riscontri molto positivi, che hanno caratterizzato il progetto dedicato alla letteratura per infanzia e adolescenza sul quale è al lavoro il Comune di Marsciano in collaborazione con il mondo della Scuola e con l’attivazione di ampie sinergie istituzionali.

Le iniziative, che si sono sviluppate tra novembre 2017 e marzo 2018, si sono concluse con una tre giorni dal 15 al 17 marzo 2018 con incontri e laboratori che hanno avuto per protagonisti bambini e ragazzi insieme a scrittori, musicisti, illustratori, pittori, disegnatori e narratori del calibro di Lorenzo Tozzi, Gek Tessaro, Massimo De Nardo, Gabriele Clima, Pietro Ricci e Loredana Frescura. Un’esperienza che era partita con l’ideazione del logo de “Il mio festival” con la partecipazione di 10 classi della scuola Brunone Moneta, per un totale di circa 100 proposte tra le quali è risultata vincitrice quella di Chiara Velloni.

“Quello che ha caratterizzato gli appuntamenti di questa anteprima – spiega l’Assessore alla cultura del Comune di Marsciano, Valentina Bonomi – e che vuole essere la cifra distintiva di questo festival, è che tutti coloro che vi partecipano possono sentirsi protagonisti, a partire proprio dagli studenti insieme ai genitori, agli autori di letteratura per ragazzi e agli insegnanti”.

Un coinvolgimento che è stato ottenuto grazie anche a una proposta culturale basata su diversi linguaggi: non solo letteratura, infatti, ma anche la musica, il teatro e il disegno. Forme espressive che, complici anche approcci didattici interattivi, hanno stimolato la curiosità di tutti i bambini e ragazzi interventi agli appuntamenti in programma.

“In questi anni – sottolinea Valentina Bonomi – le politiche culturali promosse dal Comune hanno intercettato soprattutto due target, l’infanzia, con iniziative come Nati per leggere, e gli adulti, con tante proposte dalla presentazione di libri al teatro. Ora, Il mio festiva vuole intercettare anche quella fascia di età che riguarda l’adolescenza con l’obiettivo, innanzitutto, di appassionare i nostri ragazzi alla lettura, che deve essere approcciata non solo come un momento di studio e conoscenza ma anche come un piacere. Il Comune è quindi impegnato a portare avanti questo progetto che è Il mio festival per il quale è fondamentale il coinvolgimento e la collaborazione di tutti gli attori del territorio, a partire proprio dalla scuola e dal mondo associativo”.

COMMENTS

DISQUS: 0