Heysel 1985-2015: venerdì al Concordia per non dimenticare quella follia

Heysel 1985-2015: venerdì al Concordia per non dimenticare quella follia

Quello che accadde quella sera del 29 maggio ’85 ha ben poco a che fare con il calcio e con lo sport: trentanove morti, vittime di una partita e di una follia collettiva, di irresponsabilità istituzionali, di omissioni di soccorso e, infine, di rimozioni opportuniste. Molte parole sono state dette su quella finale di Coppa Campioni e ancora se ne scrivono a fiumi, perchè ricordare quella tragedia vuol dire non far cadere nell’oblio così tante vite. 

È questo il senso del libro “Heysel. Le verità di una strage annunciata” attorno al quale è stata organizzata una bella serata per venerdì 16 ottobre. Al Teatro Concordia sarà presente l’autore, Francesco Caremani, giornalista e scrittore, che “racconterà” il suo libro, a partire dalle ore 21, insieme a tanti ospiti. Con Luca Cardinalini, che coordinerà la serata, ci saranno la dirigenza della Nestor e lo Juventus Club di Marsciano, promotori insieme di questa iniziativa, ed anche alcuni tifosi che quella sera erano andati a vedere la finale di Coppa: durante la serata saranno proiettate anche delle immagini di quella tragica partita.

Un tassello importante che fa onore al nuovo corso biancoazzurro e che vede, nel suo presidente e nei toni fin qui tenuti dalla squadra, quello spirito sportivo che tanto manca negli stadi italiani: “pensiamo – dice il presidente – che la violenza non paga mai e che una società sportiva non abbia solo il compito di far crescere eventuali campioni, ma anche di essere di aiuto alle famiglie per crescere giovani con principi sani. Anche per noi è bello vincere le partite, ma nel pieno rispetto degli avversari e di chi è chiamato a dirigerle”.

L’impegno della Nestor non si conclude però qui: Rosati, infatti, annuncia che nel prossimo mese di novembre la società proporrà tre serate dedicate all’alimentazione, grazie alla disponibilità della biologa nutrizionista Ilaria Magni, specializzata nel settore calcio relativamente all’infanzia e all’adolescenza. Nel frattempo, sempre in tema di belle (e funzionali) iniziative, sabato 10 ottobre, undici allenatori del settore giovanile degli azzurri hanno partecipato a un corso di primo intervento e all’uso del defibrillatore.