Home care premium: modalità e scadenze per rientrare nel servizio

Home care premium: modalità e scadenze per rientrare nel servizio

L’assistenza si rivolge a dipendenti e pensionati pubblici, utenti della gestione Inps-Gestione Dipendenti pubblici, i loro coniugi conviventi e i loro familiari di primo grado, parzialmente o totalmente non autosufficienti. Le domande vanno presentate entro il 27 febbraio 2015

Home Care Premium è un progetto finanziato con il prelievo obbligatorio dello 0,35 per cento sulle retribuzioni del personale della Pubblica Amministrazione in servizio ed è rivolto a dipendenti e pensionati pubblici, utenti della gestione Inps-Gestione Dipendenti pubblici, i loro coniugi conviventi e i loro familiari di primo grado, parzialmente o totalmente non autosufficienti. Ad usufruire di questo servizio sarà anche la Zona Sociale numero 4, realtà territoriale integrata che comprende i comuni di Collazzone, Deruta, Fratta Todina, Marsciano, Massa Martana, Montecastello di Vibio, San Venanzo e Todi e che tramite questa adesione al bando pubblico dell’Inps-Gestione Dipendenti potrà procedere ad interventi di assistenza domiciliare ai residenti negli 8 Comuni della Zona.

“La partecipazione della Zona Sociale 4 a questo progetto – spiega l’Assessore alle Politiche sociali del Comune di Marsciano, Valentina Bonomi – dimostra la grande attenzione che i Comuni della Media Valle del Tevere hanno verso le tematiche della non autosufficienza. Home Care è un’opportunità che permette di disporre di maggiori risorse economiche e, pertanto, dare maggiori risposte ai bisogni delle famiglie”.

Ma in cosa consiste, in concreto, questo progetto? Saranno garantiti una molteplicità di servizi sia sotto forma di contributi, sia in qualità di assistenza diretta al cittadino. Nello specifico: contributi economici mensili, in relazione al bisogno ed alla capacità economica del nucleo familiare (Isee), erogati direttamente dall’Inps alla famiglia che si prende cura della persona non-autosufficiente; servizi di accompagnamento e trasporto; servizi di sollievo domiciliare, svolti da operatori o volontari; frequenza di centri diurni; installazione di ausili e domotica per ridurre lo stato di non-autosufficienza

Il servizio non prevede, però, solo assistenza ma anche formazione per chi, quell’aiuto, dovrà portarlo nelle case: per questo saranno avviate attività di formazione per assistenti familiari e caregiver (ovvero gli stessi familiari), attività di valutazione della non-autosufficienza e redazione del programma socio-assistenziale familiare, da condividere con la persona non-autosufficiente e la sua famiglia. Il servizio è stato poi pensato per coinvolgere anche i soggetti del terzo settore che operano nel territorio interessato alla singola assistenza, così nei vari comuni saranno chiamate alla collaborazione tutte quelle realtà come cooperative sociali, associazioni di volontariato, sindacati pensionati che potranno apportare il loro fondamentale contributo d’esperienza.

Le domande per l’ammissione ad Home Care Premium dovranno essere presentate on line entro le ore 12.00 del 27 febbraio 2015. Tutti i cittadini interessati al progetto possono avvalersi del supporto degli operatori di sportello adibiti presso gli Uffici della Cittadinanza di Deruta, Marsciano e Todi, referenti: Laura Leandri 075/9728566 – 075/8747277, Antonella Fornetti 075/8747275, Federica Principi 075/8747275 – 075-8956733. Il bando, i moduli e altre informazioni sono consultabili sul sito istituzionale del Comune di Marsciano www.comune.marsciano.pg.it. Sarà possibile anche chiedere informazioni via e-mail all’indirizzo homecarepremium@comune.marsciano.pg.it,

INFO: Comune di Marsciano, Ufficio cittadinanza 075 8747277