I valori positivi dello sport si ritrovano a Compignano

I valori positivi dello sport si ritrovano a Compignano

Il rispetto, il coraggio, le emozioni e tutti i valori positivi che lo sport può e deve veicolare saranno i protagonisti del pomeriggio di sabato 6 aprile, nel borgo di Compignano presso il giardino della Fondazione Compignano. Si tratta di un’iniziativa realizzata con il patrocinio della Fondazione e del Comune e la collaborazione delle associazioni della frazione marscianese. L’evento trova anche il sostegno della rete di professionisti Contaminatio e dell’Associazione Libertas Margot, due realtà impegnate nella lotta contro ogni violenza di genere e contro ogni forma di discriminazione. Obiettivo dell’appuntamento è quello di promuovere i valori positivi dello sport quale antidoto contro i fenomeni di indifferenza e bullismo che coinvolgono soprattutto i giovani, a scuola come anche negli altri contesti sociali dove interagiscono.

Testimonial d’eccezione sarà Luca Panichi, cittadino marscianese onorario, che ha saputo trasformare un dramma personale in nuove energie e risorse che, generosamente, mette a disposizione di tutti. Nel 1994 un incidente lo costrinse su una sedia a rotelle ma al tempo stesso fu motivo di una ripartenza che oggi lo vede tra i migliori esempi, nel mondo sportivo italiano, di coraggio, tenacia e caparbietà, anche grazie alle sue “scalate” in carrozzella effettuate in occasione di importanti appuntamenti ciclistici quali il Giro d’Italia o la Tirreno-Adriatico. Luca sarà chiamato a raccontare la sua esperienza e ad intervistarlo sarà Massimo Pici, del Sindacato italiano unitario lavoratori di Polizia.

All’evento interverranno alcune associazioni sportive di Marsciano tra cui una rappresentanza degli atleti della Nestor calcio, accompagnati dal Presidente Danilo Rosati e dal responsabile del settore giovanile Roberto Ciurnelli, della scuola Shaolin Kung Fu Marsciano del Maestro Rossano Casini, e della Pallavolo Madia Umbria Marsciano. Tra gli ospiti anche Lucio Saccarelli (donatore della prima carrozzina a Luca) accompagnato dalla campionessa di ciclismo Monia Baccaille.

L’incontro si concluderà con lettura, da parte di 10 giovani atleti, delle regole che riguardano il corretto comportamento nello sport come in altri ambiti di interazione sociale, e con la loro nomina ad ambasciatori del fair play.

COMMENTS

DISQUS: 0