Il 2015 dell’assessore Anniboletti: tra buona scuola, edilizia e giovani sportivi

Il 2015 dell’assessore Anniboletti: tra buona scuola, edilizia e giovani sportivi

Luigi Anniboletti, assessore con delega alle politiche scolastiche e allo sport, traccia un bilancio del 2015 partendo dalle priorità, ovvero da tutto ciò che ruota intorno alla scuola, con particolare attenzione all’edilizia scolastica. “Gli interventi sull’edilizia – afferma – sono stati una delle priorità di questa Amministrazione. Scuole più sicure, confortevoli e funzionali per garantire a tutti i nostri studenti un ambiente adatto e stimolante, oltre che sicuro, ai fini della loro preparazione formativa”. Lavori che l’assessore non esita a definire “strategici per lo sviluppo di una comunità” e che nell’anno appena passato hanno consentito di vedere completati interventi “sulla maggior parte dei plessi presenti nel nostro territorio”. “Un impegno sul quale continueremo a lavorare – ha detto ancora Anniboletti – e per il momento restano da ultimare alcuni lavori di consolidamento e adeguamento antisismico presso il polo scolastico nel quartiere di Schiavo”.

Oltre ai lavori già in programma, tra i quali l’assessore ricorda il completamento del polo scolastico del capoluogo, anche quelli straordinari: come nel caso dell’incendio di gennaio alla scuola dell’infanzia “Rodari”, che ha reso necessarie operazioni straordinarie per la sistemazione degli spazi colpiti dalle fiamme e dal fumo.

La collaborazione tra scuola e Comune, poi, si rafforzerà per l’Assessore attraverso “l’approvazione della Legge sulla buona scuola” che porterà i dirigenti “ad essere dei veri e propri manager”: in tal senso, “per accedere ai finanziamenti europei per le scuole – continua Anniboletti – il Comune potrà essere un valido partner nella realizzazione di progetti”, così come lo è spesso stato in altri di tipo didattico, come quelli sulla raccolta differenziata e l’educazione ambientale.

Anniboletti poi getta un occhio all’altra metà del suo assessorato, quello sport che a Marsciano non può prescindere dal PalaPippi: “siamo al lavoro – afferma – per arrivare in tempi brevi alla definizione di un nuovo piano tariffario per l’utilizzo del Palazzetto dello Sport, che agevoli quelle associazioni che svolgono attività sportive con i bambini più piccoli. Si tratta di un piccolo segnale che vuole andare nella direzione di favorire l’avvio, fin da piccoli, alla pratica sportiva e a quei valori di amicizia e solidarietà di cui qualunque sport deve farsi portatore”.

“Sempre per favorire e valorizzare la partecipazione dei giovani alle tante discipline che il panorama associativo locale è in grado di offrire – ha concluso l’assessore – la festa dello sport, che quest’anno abbiamo portato nel centro storico con la presenza di oltre 20 realtà sportive, vuole proprio essere un momento attraverso cui i nostri giovani possono fare conoscenza delle tante diverse pratiche sportive attive sul nostro territorio, potendo anche contare su una impiantistica che cerchiamo di mantenere il più possibile adeguata alle esigenze di tutti.”