Il centro del riuso va alla grande: in 3 mesi boom di accessi

Il centro del riuso va alla grande: in 3 mesi boom di accessi

Il centro del riuso funziona. Non lo dicono soltanto i numeri, che fanno registrare anche in questo mese un buon afflusso, ma soprattutto la qualità del servizio.
Che si configura davvero come una misura di aiuto ai bisognosi. Ma non solo. C’è anche chi si reca presso la struttura per cercare buone ‘occasioni’, magari offrendo in cambio oggetti non più utilizzati. Giocattoli, piccoli elettrodomestici ancora funzionanti, piatti e stoviglie e anche elementi di arredo per la casa. È questa la merce più scambiata.

A spiegarlo sono gli stessi operatori, insieme a Luciano Cerati, presidente della Caritas ‘Casa di Betlemme’ di Marsciano, che ha in gestione il servizio.
“Il centro sta riscuotendo attenzione – spiega Cerati – e a distanza di meno di tre mesi dall’apertura i numeri degli accessi, che stanno aumentando, sono la testimonianza che questo servizio era un’esigenza e un’opportunità anche per questo territorio”.
Già 80 le registrazioni di utenti dopo poco più di 30 giorni di attività, ma sia a febbraio che nel mese corrente le richieste di ‘carte’ per usufruire del servizio sono aumentate. Così come le transazioni (vale a dire gli scambi) che superano abbondantemente i 200. “Uno degli aspetti importanti – precisa il presidente della locale Caritas – è che in questo luogo si realizza davvero uno scambio in tutti i sensi, perché da un lato c’è chi ha veramente bisogno e dall’altro chi, essendo più fortunato, ha piacere di portare qualcosa per la comunità. Uno degli ultimi conferimenti è stato un divano, in ottime condizioni”.

Il centro è aperto il lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 10 alle 13 e il mercoledì e sabato dalle 14 alle 17. Il servizio si rivolge anche ai territori di Fratta Todina e San Venanzo.
E anche da questi due comuni si sono registrati accessi.
È in fase di valutazione la possibilità di estensione al comune di Monte Castello di Vibio, che ne ha fatto richiesta. La speranza, ma di fatto è anche uno dei motivi che ha spinto alla sua realizzazione, è che questo servizio possa contribuire a sensibilizzare i cittadini alla cultura non solo del riuso e del risparmio, ma anche del corretto smaltimento. Non a caso la struttura si trova accanto all’isola ecologica.

COMMENTS

DISQUS: 0