Il Coronavirus cancella attività culturali e sportive. Ecco quali

Il Coronavirus cancella attività culturali e sportive. Ecco quali

In attuazione del decreto del 4 marzo molti eventi sono stati annullati, altri stando subendo modifiche, altre attività restano aperte, ma con precise disposizioni. Insomma si cerca di andare avanti in sicurezza

Tutto fermo fino a nuova disposizione. Almeno per quel che riguarda gli incontri culturali, i convegni e le attività didattiche e formative organizzate dal Comune o previste presso le sale pubbliche comunali, la biblioteca, il museo e il teatro. Ad informare i cittadini è lo stesso Comune di Marsciano, in attuazione dell’ormai ben noto Dpcm del 4 marzo 2020, che determina tutta una serie di misure per contenere la diffusione del coronavirus.

Come comunicato precedentemente anche il Teatro Stabile dell’Umbria aveva deciso di sospendere le proprie attività e così, oltre al già citato spettacolo del 10 marzo (Farsi fuori), salterà anche l’ultimo appuntamento della stagione di prosa (giovedì 26 marzo, “Sempre domenica”). Per rispettare le disposizioni del Governo tutte le associazioni del territorio in questi giorni stanno modificando o annullando le proprie attività, mentre l’assessorato alla cultura sta valutando di svolgere in streaming alcuni incontri previsti per questo mese.

Tra le attività sospese – per ora fino al 15 marzo – figurano anche quelle della Scuola comunale di Musica Fabrizio de André. Per tutte le altre le misure si considerano operative fino al 3 aprile 2020, fatti salvi successivi eventuali aggiornamenti. Rientrano nelle “chiusure a lunga scadenza” anche le competizioni sportive e così pure le attività sportive che presuppongono un contatto diretto: gli allenamenti sono consentiti a porte chiuse o all’aperto senza pubblico e comunque con numero limitato di sportivi per ogni seduta, sempre nel rispetto delle distanze di sicurezza.

Per quanto riguarda la biblioteca comunale sarà consentita la normale gestione dei prestiti e delle consultazioni di libri con utenti in numero contingentato, fino ad un massimo di 10 alla volta, secondo i nuovi orari: martedì e giovedì 9.00 – 13.00 e 14.30 – 18.30 per consultazioni e prestiti mentre il lunedì, mercoledì e venerdì 9.00 – 13.00 solo per prestiti e riconsegna libri.

Il Museo dinamico del Laterizio e delle Terrecotte e il Cinema Concordia restano invece aperti nel rispetto delle norme di sicurezza indicate nel Decreto, in particolare garantendo il rispetto della distanza di almeno un metro tra gli utenti.