Il pronostico di Andreabbì: Perugia vs Bari

Il pronostico di Andreabbì: Perugia vs Bari

E’ di nuovo sabato, è di nuovo tempo di Serie B, e, immancabilmente è di nuovo tempo del Pronostico di Andreabbì.
La scorsa giornata è andata male al dall’Ara, e, nonostante l’aver previsto il gol in chiusura di primo tempo del Bologna, e quello in chiusura di secondo tempo del Perugia, l’Oracolo deve essersi dimenticato di accennarmi del secondo gol degli emiliani al 79°… Che mattacchione!
Con la speranza che quest’oggi Lui non abbia niente di meglio a cui pensare, e che nel comunicarmi le Sue profezie non abbia tralasciato niente, andiamo a vedere come il Perugia e il Bari si presenteranno allo Stadio Curi per scontrarsi in questa gara valevole per la 23esima giornata del campionato cadetto.

E’ una sfida dal non lontano profumo di Serie A, con le due squadre che si incontrarono diverse volte in massima serie tra il ’99 e il 2001, la più celebre delle quali è sicuramente il 2-1 subito dai Grifoni al Curi il 6 novembre del 1999, con la successiva lite furibonda tra gli allora presidenti dei due club Gaucci e Matarrese .

Gaucci: “Complimenti, il giocatore è in ospedale e ha la frattura, e lei non ha fatto nulla”
Matarrese: “Gaucci noi siamo di serie A!”
Gaucci: “Vai a fare in c*** te e tuo fratello!”

Dopo questo momento amarcord, durante il quale non nascondo di essermi commosso, passiamo al passato più recente. Il Bari di Nicola si presenta nella tana dei biancorossi dopo aver racimolato la miseria di 1 punto nelle ultime 3 partite, un po’ poco per una squadra che aveva cominciato la stagione con ben altre aspettative di quelle di galleggiare appena sopra la zona salvezza. I grifoni hanno fatto leggermente meglio, con 3 punti raccolti nelle stesse 3 gare, frutto della vittoria interna col Cittadella. Parziale giustificazione è l’aver incrociato in trasferta le prime due della classe.

Mister Camplone non potrà contare, a causa di infortuni, su Rabusic (che ha problemi alla spalla), Del Prete, Comotto (bloccato da un attacco influenzale), Fazzi (per una infiammazione al ginocchio) e Baldan.
Lo schieramento sarà un 4-3-3 con Provedel tra i pali, Vinicius, Giacomazzi, Rossi, Crescenzi in difesa, Taddei, Fossati e Nicco al centro e Lanzafame, Falcinelli e Fabinho in attacco.

I Galletti ritrovano “giovane” Minala al rientro dopo un turno di squalifica e scenderanno in campo per ottenere il massimo. Si disporranno con un 3-5-2:
Donnarumma; Salviato, Camporese, Filippini; Sabelli, Schiattarella, Minala, Donati, Defendi; Caputo, Ebagua

La gara vedrà un Grifone padrone del campo, liquidare già nel primo tempo con un secco 2 – 0 i pugliesi, grazie alle reti di Lanzafame al 23° e Falcinelli al 42°. Il Bari accennerà una timida e sterile reazione in avvio di ripresa ma capitolerà definitivamente quando al 60° il neo-entrato Parigini chiuderà definitivamente il match.

E anche per oggi è tutto, continuo nutrire dei dubbi e a guardare l’Oracolo con aria interdetta, ma lui continua a ripetermi che andrà certamente come mi ha detto, pertanto desisto e mi affido a Lui.

Migliori in campo Lanzafame e Fossati.