Il pronostico di Andreabbì: Perugia vs Cittadella

Il pronostico di Andreabbì: Perugia vs Cittadella

Un caro saluto a tutti e bentrovati per il consueto appuntamento con il pronostico.

La giornata passata ci ha lasciato letteralmente l’amaro in bocca, dapprima per il poco tempo a disposizione per interpretare le rivelazioni dell’Oracolo a causa del trambusto delle festività, e in seguito per l’ampio margine tra il risultato della partita e quanto estrapolato dalla “chiacchierata” con Lui.
Checché ne dica il mio amico Sky (grande estimatore delle profezie dell’Oracolo), purtroppo questa non è una scienza esatta e tradurre il futuro dalle ermetiche parole in lingue sconosciute richiede il giusto tempo che, alla vigilia di Natale, proprio non c’era e quindi sarebbe stato molto più giudizioso passare la mano e saltare direttamente alle previsioni per giornata che stiamo per svelarvi, la 21° di Serie B che vede di fronte Perugia e Cittadella.
Il Cittadella è fanalino di coda insieme a Latina e Varese, e viene da un’importante vittoria interna col Catania. Le passate tenzoni con Crotone e Latina ci hanno comunque dimostrato che ai Grifoni spesso manca il cinismo e la grinta che serve per avere la meglio sulle squadre che poco hanno da perdere.

Dopo la figuraccia rimediata contro il Carpi, quasi scontato per Camplone il ritorno al 4-3-2-1, con Fossati e Nicco che si riprenderanno una maglia da titolari, e Taddei di nuovo in panchina alla luce delle recenti deludenti prestazioni. Davanti sarà compito di Lanzafame, Falcinelli e Parigini sferrare gli attacchi alle maglie della non imperforabile difesa granata.

Già dal fischio di inizio sarà palpabile la voglia di riscatto del Grifo, che metterà agonismo e cattiveria su ogni contrasto, generando numerose occasioni e prendendo saldamente in mano la partita, sfoderando un tiki-taka visto raramente quest’anno dalle parti del curi. Nonostante un gioco decisamente gradevole e un quantitativo di tiri nello specchio sopra la consueta media, il primo tempo si chiuderà comunque sullo 0-0.

Sarà nel secondo tempo che la partita cambierà, quando finalmente i biancorossi al 51° riusciranno a capitalizzare quanto di buono prodotto per tutta la partita, grazie al solito Lanzafame che inventerà un filtrante da applausi per Parigini, che batterà Valentini con un rasoterra sotto le gambe.

Il Perugia continuerà poi a fare il suo gioco, rallentando si i tempi, ma senza lasciare mai l’iniziativa agli ospiti, tant’è che Provedel risulterà inoperoso, meritandosi il classico fantacalcistico S.V.

Al minuto 82° arriverà anche il sigillo di Falcinelli, bravo a stoppare di petto, proteggere e a girare in rete un lancio di Fossati. La partita di fatto finirà qui e porterà al Perugia tre punti che faranno finalmente tornare il sorriso, e tirare un sospiro di sollievo soprattutto al tecnico Camplone dopo 4 giorni in bilico, con lo spettro di Calori che aleggiava sul Curi.

Migliori in campo Lanzafame/Fossati