Il sogno di Roberto si sta avverando: apertura del nuovo punto vendita

Il sogno di Roberto si sta avverando: apertura del nuovo punto vendita

“I lavori procedono a ritmo sostenuto e continuo. Gli amici stupendi e i meravigliosi familiari insieme a noi, a fianco a noi, per realizzare il tuo sogno Robè. Ce la faremo. Nel tuo nome”. Dina Urquiza ha postato ieri mattina questo messaggio su facebook. Il sogno di Roberto Burnelli era di aprire il nuovo punto vendita dei prodotti dei suoi campi all’inizio della stagione buona. Dopo anni di vendita in locali di fortuna, finalmente il 2 giugno avrebbe sistemato tutto e avrebbe aperto il nuovo punto vendita: più grande, più bello e più confortevole.

Ma la mattina del 25 maggio una mano ha spento la vita di Roberto lasciando la moglie Dina, la figlia Ayelen e il piccolo Catriel con il più atroce dei dolori. Giorni terribili anche da sopportare. Ma proprio da quelle prime ore è emersa una solidarietà senza limiti. Le amiche e compagna pallavoliste di Ayelen si sono sistemate in casa Burnelli aiutando nei campi, in cucina, alla vendita. Un piccolo “esercito” che non ha mai lasciato sola la famiglia di Roberto. I parenti e gli amici non sono stati da meno. Dina, arrivata in Italia ventenne dall’Argentina, a volte si dice stupita da tanto affetto e collaborazione. Da poco è tornato dall’Argentina anche il fratello Ariel per dare una mano su tutto. Il dolore non si cancella, “anche per il modo come è stato ucciso”, ripete spesso Dina, ma l’enorme solidarietà sta aiutando la piccola famiglia a intravedere un futuro. In tanti stanno lavorando affinché sabato prossimo, il giorno che si conclude con le stelle cadenti, il punto vendita sarà trasferito nella nuova casa. Niente inaugurazioni, niente rumore. Un nuovo inizio in punta di piedi come sarebbe piaciuto a Roberto, ragazzone dal cuore d’oro, innamoratissimo della sua famiglia e dei suoi campi. La decisione di aprire la nuova struttura è maturata nella moglie pochi giorni fa. Stabilito il secondo sabato di agosto, come giorno del trasferimento, solo successivamente si è resa conto che il giorno sarebbe stato il 10 di agosto e che era proprio il giorno del loro anniversario di nozze. Un segno? Chissà. Resta il fatto che renderà ancora più simbolica la giornata di sabato prossimo.