La Coop deve trasferirsi, l’Arco è superato, lo dice Forza Italia

La Coop deve trasferirsi, l’Arco è superato, lo dice Forza Italia

La Coop deve trasferirsi, l’Arco è superato, lo dice Forza Italia

Il dibattito sul futuro di Coop e sull’eventuale realizzazione di un nuovo centro commerciale a Marsciano continua ad essere intenso; da Coop oramai è arrivata la conferma che la Coop non chiuderà il 31 dicembre ma ora il dibattito si è fatto ancora più acceso.

In un primo momento tutte le forze politiche, ad eccezione del Consigliere d’opposizione Costantini, si erano dette fermamente contrarie all’ipotesi di realizzare una nuova struttura ad Ammeto; con il passare del tempo le prese di posizione non sono più così chiare e alcuni partiti stanno subendo dei dibattiti interni sulla vicenda.

Forza Italia, per voce di Cristiano Costantini, ribadisce la propria posizione: “La scelta di Coop a investire in una nuova struttura commerciale, facilmente raggiungibile, o collocata lungo percorsi molto frequentati, risponde alle logiche di mercato di un’azienda privata, i cui benefici ricadranno nell’interesse di tutto il tessuto produttivo, sociale e commerciale della nostra città”.

“L’investimento notevole che l’azienda ha dichiarato di stanziare – prosegue il comunicato – risponde alle esigenze di un mercato divenuto sempre più competitivo; il cambiamento demografico della popolazione e, in parte, la crisi economica che comprime i consumi ha modificato radicalmente la tipologia del consumatore, rendendo necessario il riposizionamento di una nuova struttura commerciale per conquistare nuove fette di mercato, destinando la vecchia struttura ad altro. Di fronte a questo genere di sfide – continua il comunicato – la politica non si può mettere a recitare il solito teatrino con lo sguardo rivolto al passato con la principale forza politica, il Partito Democratico, incapace di assumere una posizione chiara e netta”.

“Infine – si legge in conclusione della nota – negli ultimi tempi le città italiane hanno molto curato l’aspetto estetico, i centri storici sono molto più vivibili. Un ambiente attraente sono per i centri commerciali naturali delle città i veri punti di forza che, unito all’aspetto del rapporto umano diretto con il consumatore, dovrebbero fare la differenza nel confronto con i supermercati medi o piccoli, interni ai centri urbani. Vorremmo che lo sia cosi anche per il centro storico di Marsciano anche se la qualità dei lavori pubblici del Puc2, per ora, ci sollevano più di un dubbio”.