La meglio feccia: vino, musica e degustazioni a Pintor

La meglio feccia: vino, musica e degustazioni a Pintor

9 cantine le cui postazioni di degustazione saranno sparse nel parco secolare del Poggiolo, un palco per la musica ed una festa che inizierà alle 11 e terminerà al calare del sole; questo il programma de “La Meglio Feccia”, l’iniziativa promossa dai Vignaioli Resistenti Umbri insieme a Pintor (Trattoria culturale) al Poggiolo, fra Castiglione della Valle e Pilonico Materno.

Una due giorni di degustazioni guidate e di storie contadine, una festa che vuole essere anche un modo per far incontrare appassionati di vino con i produttori che aderiscono a questa associazione; i Vignaioli Resistenti Umbri sono 9 produttori di vino che hanno deciso di scambiarsi in modo reciproco i saperi e le competenze per creare un ciclo produttivo chiuso indipendente dalla grande distribuzione: coltivare, trasformare e vendere direttamente il proprio prodotto.

9 piccole cantine sparse per tutta la regione che hanno deciso di cooperare dal basso, di condividere i saperi e di aiutarsi e promuoversi a vicenda resistendo alle logiche del mercato, a volte perverse, e ripartendo dai vitigni autoctoni e dalla produzione del vino in vigna, perchè è da li che deve nascere un buon vino, che rispecchi l’identità del territorio e di chi ci lavora dietro.
La Meglio Feccia si svolgerà domenica 18 giugno al Pintor dalle ore 11:00 fino a notte; il programma prevede degustazioni all’interno del parco secolare con le 9 postazioni dei 9 vignaioli resistenti; alle 12 ci sarà un “percorso sensoriale itinerante” con il giornalista enogastronomico Jacopo Cossater; per tutta la giornata degustazioni e spuntini all’interno del parco ed alle 19:00 concerto al tramonto con Tito Esposito Duo; la formula è semplice, si acquista un calice, al costo di 15 euro e si gira per il parco alla ricerca delle 9 postazioni delle varie cantine.

Le 9 cantine che appartengono all’associazione sono Cenci, La Spina, La Casa dei Cini, Riccioni, Mani di Luna, Cantina Margò, Fontesecca, Leonardo Bussoletti e Donini.

La sera, su prenotazione, cena a menù fisso da Pintor con i vignaioli resistenti umbri con piatti e abbinamenti scelti dal sommelier Federico Scarponi; la giornata seguente è invece riservata agli operatori di settore con degustazioni guidate.

COMMENTS

DISQUS: 0