L’islam è vittima del’IS tanto quanto gli occidentali

L’islam è vittima del’IS tanto quanto gli occidentali

“Il terrore dell’ISIS colpisce di nuovo, e condanniamo di nuovo l’odio e prendiamo le distanze da quello che gli attentatori di Spagna hanno compiuto “nel nome di Allah”, la comunità  mussulmana sentì una certa amarezza di dover prendere le distanze da una cosa che non ha mai condiviso, i mussulmani hanno subito e stanno subendo le stesse cose. L’islam è vittima dello stato islamico tanto quanto gli occidentali”; parole di  Chakri Khalid, presidente della Comunità Musulmana Marscianese, che ancora una volta prende le distanze dal terrorismo seminato dall’Isis.

“Questi giovani, spesso con un passato criminale – scrive Khalid – sicuramente sono ‘analfabeti’ dal punto di vista religioso, non sono cresciuti in un ambiente in cui i veri principi dell’Islam sono stati trasmessi: non hanno ricevuto alcun insegnamento sulla misericordia, sulla pace, sull’amore, e dopo dei momenti di difficoltà si vorrebbero pentire o vorrebbero trovare un vero motivo per vivere, o peggio, per morire. L’Isis li accoglie nella propria ideologia, ma il principio di andare ad attaccare, a terrorizzare le persone deliberatamente, non fa parte della cultura islamica”.
“Per questo motivo – prosegue Chakri  Khalid – risulta fondamentale il ruolo dei Centri Culturali Islamici per intervenire e fare in modo che non prendano piede derive estremiste all’interno del proprio gruppo di fedeli: uccidersi è peccato, uccidere è un peccato capitale, e chi lo fa non può sperare di andare in paradiso. Il loro non è un martirio.
Chiunque fomenta l’odio e cerca di trascinare dei giovani verso la guerra incitando al terrorismo, dovrebbe essere segnalato, imprigionato, espulso e devono essere percorse tutte le misure necessarie a bloccarlo. Ancora una volta, la prova è che il terrorismo dell’isis non si può combattere creando una divisione noi/loro in cui tutti i mussulmani sono condannati. È una battaglia che va combattuta insieme, occidentali e musulmani, per sradicare dalle nostre società quel fondamentalismo che semina morte e terrore”.

“L’Associazione Culturale Islamica Medio Tevere e la Comunità Musulmana Marscianese – conclude Chakri Khalid – esprimono le loro condoglianze e solidarietà per le vittime di Barcellona e augurano una pronta guarigione a coloro che sono rimasti feriti”.

COMMENTS

DISQUS: 0