Marsciano commemora i fratelli Ceci a 72 anni dal loro assassinio

Marsciano commemora i fratelli Ceci a 72 anni dal loro assassinio

Una delle ricorrenze più sentite di Marsciano avrà anche quest’anno il suo spazio, come è giusto che sia. Non fosse altro perché è uno dei momenti salienti della storia di liberazione dal nefasto periodo fascista. Domani, sabato 2 aprile, la comunità di Marsciano ricorderà ancora una volta la fucilazione dei fratelli Ceci, Ulisse, Armando e Giuseppe, freddati da un manipolo di assassini fascisti il 28 marzo del 1944, davanti alle mura del cimitero di Marsciano. L’accusa che portò a questa pena estrema fu quella di renitenza alla leva, ovvero per aver mancato la chiamata alle armi decisa dai repubblichini: dopo un sommario processo, svoltosi presso la sala del Consiglio comunale, i tre ragazzi vennero trucidati barbaramente.

GUARDA IL VIDEO CHE RIPERCORRE LA VICENDA

Le iniziative con cui verranno ricordati cominceranno alle ore 10.00 presso la sala municipale Aldo Capitini, dove verrà presentato il video della canzone “Ti mando un bacio in una stella d’oro”, realizzato dagli alunni della scuola Primaria di Papiano “Angelo Scalzone”: in esso sono raccolti momenti significativi della vita scolastica per raccontare il piacere dello stare insieme. La realizzazione di questo video rientra in un progetto con il quale la scuola di Papiano rappresenterà la comunità di Marsciano in occasione del Meeting Nazionale della Rete delle Scuole di Pace che si terrà il prossimo 15 e 16 aprile ad Assisi. Per l’occasione saranno presenti esponenti dell’Amministrazione e la dirigente del II° Circolo didattico di Marsciano, Elvira Baldini.

La cerimonia di commemorazione sarà quindi alle 11.30 con la deposizione di una corona di alloro davanti al monumento ai Fratelli Ceci, posto in largo Garibaldi, e alle ore 12.00 sul luogo della loro fucilazione presso il Cimitero di Marsciano. Alle ore 12.30 sarà la volta della visita al cimitero di Mercatello, luogo di sepoltura dei tre sfortunati ragazzi. Anche qui verrà quindi deposta una corona di fiori in loro memoria.

Tuta la cittadinanza è invitata a partecipare alle iniziative.