Marsciano scende dal bus: tagliate le tratte verso Terni (e Roma)

Marsciano scende dal bus: tagliate le tratte verso Terni (e Roma)

Marsciano scende dal bus: tagliate le tratte verso Terni (e Roma)

E’ Andrea Pilati, consigliere d’opposizione del Centrodestra marscianese a sollevare il problema dell’isolamento di Marsciano nei collegamenti su gomma: “ Roma non può essere raggiunta prima delle ore 9:00 – dice il consigliere – le ultime variazioni delle linee di trasporto hanno portato a sopprimere la Linea di autobus extraurbana E654 Marsciano-Terni. Più specificamente la corsa feriale in partenza da Marsciano alle ore 5:30 e diretta a Terni è stata soppressa solo nel tratto Marsciano-Todi, restando invariato il servizio in partenza da Todi Stazione alle ore 5:55; stessa sorte è toccata al tratto Todi-Marsciano della corsa feriale in partenza da Terni alle ore 14:10, che ora si ferma a Todi”.

“Le suddette corse venivano utilizzate da passeggeri, abbonati o con biglietto, diretti a Terni e/o interessati ai collegamenti con Roma e l’Aquila, compresi lavoratori e studenti, in particolare quelli fuori sede e studenti del Corso di Laurea in infermieristica nei periodi di tirocinio obbligatorio – si legge nel comunicato stampa – tale scelta è in forte contrasto con il progetto di Trenitalia e Busitalia, così come condiviso con la Regione dell’Umbria, le Province di Perugia e Terni e i Comuni interessati che avrebbe dovuto prevedere “un potenziamento dei servizi per pendolari e turisti che li renda competitivi rispetto all’uso dell’auto privata”.

“Uno degli obiettivi di questo nuovo progetto è anche quello di consentire collegamenti più veloci verso Roma ed è proprio per tale motivo che risulta assurda ed incomprensibile la scelta di cui sopra che isola Marsciano, comune con un considerevole bacino di utenza potenziale, dalle corse direzione Terni-Roma-Aquila. I cittadini marscianesi e dei comuni limitrofi non potranno più raggiungere, ad esempio, Roma, prima delle ore 9:00. Per giunta Marsciano è stata anche esclusa dalle nuove “linee express” istituite dal 7 Gennaio 2016, infatti la linea E620 che collega Perugia-Terni e viceversa, prevede come fermata intermedia solo Todi e Acquasparta. Tuttavia, con l’istituzione di questa nuova corsa si verifica la circostanza che stupisce di più: contemporaneamente alla soppressione del tratto Marsciano/Todi, nello stesso orario, Todi viene ora a servita da due corse. Hanno quindi escluso Marsciano per servire doppiamente Todi”!

“L’intera questione è stata già segnalata da alcuni cittadini alle istituzioni; i Consiglieri regionali Ricci, Nevi e Chiacchieroni hanno raccolto l’appello traducendolo in una interrogazione in sede di Consiglio Regionale, ma ad oggi la situazione non è stata risolta e Marsciano è ancora fuori dalle tratte di collegamento principali – si legge nella nota stampa – Possibile che la Regione Umbria sia così sorda alle istanze che vengono presentate dalla cittadinanza e che l’amministrazione comunale intenzionalmente non dia corpo e sostengo ad una legittima pretesa, nell’interesse di tutto il territorio; La questione non cadrà nel dimenticatoio, Marsciano non deve essere esclusa dalla rete extra-regionale”.