Marsciano14: il programma dei 5 Stelle

Marsciano14: il programma dei 5 Stelle

16 mesi di lavoro, 72 settimane di vita, 80 incontri sul territorio insieme ai cittadini di Marsciano: da questa esperienza nasce il programma 5 stelle che gli esponenti del Movimento portano come loro punto di forza alle elezioni del 25 maggio, con l’obiettivo dichiarato di conquistare il palazzo comunale e la politica marscianese. Gli incontri pentastellati, a dire il vero, continuano nelle varie frazioni del comune ma intanto è già visitabile il programma nel blog del meetup: 8 sezioni che racchiudono, in una decina di pagine, tutti i punti che ormai sono ben conosciuti alla politica nazionale e locale e sui quali Grillo ed esponenti grillini, battono sempre con fermezza e costanza. Lavoro, Territorio, Cultura e Turismo, Energia, Rifiuti, Ecologia, Urbanistica, Trasparenza amministrativa e Servizi: una macro scaletta che racchiude in sé una serie di problematiche che la crisi ha negli ultimi acuito ed evidenziato.

In primis il lavoro: rilancio delle attività agricole, fortemente legate alla logica del “chilometri zero”, affiancate alla tecnologia con sgravi ad aziende e start-up che decidessero di investire nel territorio. Promozione dei prodotti tipici e rilancio delle attività legate al turismo in una sinergia continua tra territorio, turismo e, appunto, lavoro.

Il secondo punto del programma punta proprio sul territorio con l’obiettivo dichiarato di recuperare quanto di buono c’è nel comune: parco fluviale del Nestore, verde pubblico che divida la zona industriale dal centro storico, “housing sociale”, ovvero riqualificazione di immobili inutilizzati al fine di creare spazi sociali e fruibili da tutti. Il turismo, forse l’anello più debole del territorio comunale, andrebbe rilanciato, secondo i grillini, tramite la promozione del territorio attuata per mezzo di portale internet creato ad hoc e che permetta un rapporto tra pubblico e privato: in questa ottica del rilancio rientra anche il sistema museale e il recupero delle tradizioni, con corsi di formazione per riscoprire arti e mestieri ormai in disuso.

Energia, rifiuti ed ecologia sono, ovviamente, profondamente interconnessi. Risparmio energetico nel privato e nel pubblico, nuova illuminazione pubblica a basso consumo, fonti di energia rinnovabile, obiettivo rifiuti zero, centro di riciclo per oggetti in buono stato: il tutto con l’obiettivo di salvare l’ambiente. Un obiettivo, la salvaguardia dell’ambiente, di non semplice raggiungimento ma che trova nel rispetto del territorio il suo punto focale con bonifiche mirate e veti su inceneritori e centri di stoccaggio di rifiuti speciali.

L’urbanistica, settimo e ultimo punto del programma, si intreccia a sua volta ad ecologia e territorio. Bike-sharing e piste ciclabili in città; micro-tunneling obbligatorio nei bandi dei lavori pubblici. Un’espressione “semi-sconosciuta” forse, ma una pratica utile per evitare il rifacimento del manto stradale ad ogni lavoro e che permette il passaggio di cavi e tubazioni in modo semplice e veloce.

Ultimo punto: la trasparenza nella pubblica amministrazione. Punto cruciale per i 5 stelle, anche a livello nazionale, che prevede in sostanza tutta una serie di accortezze per rendere comprensibile, chiara e fruibile il lavoro dell’amministrazione comunale.

Il programma è consultabile, in formato pdf, sul blog del meetup marscianese .