Marsciano2019. Cominciato il rush finale

Marsciano2019. Cominciato il rush finale

Una delle campagne elettorali più incerte della storia di Marsciano si avvia alla sua prima scadenza e le coalizioni in corsa stanno mettendo a punto gli ultimi incontri sul territorio. Alcuni hanno già giocato la carta jolly con presentazioni in grande stile, altre stanno affinando i colpi da assestare prima del voto. Se è vero che anche queste occasioni sono utili per pesare le forze in campo, per fare qualche previsione bisognerà però attendere gli eventi clou di tutti gli schieramenti.

dav

Qualche giorno fa è stata la volta della coalizione di destra, che al Teatro Concordia ha radunato gran parte dei suoi candidati per una presentazione in grande stile. Una sessantina i candidati saliti sul palco davanti ad una platea forse più vuota del previsto. Oltre i circa 60 candidati al consiglio e alla candidata sindaca, qualche presenza da Todi e circa 120 “spettatori”, attenti ad ascoltare Francesca Mele, la sua presentazione del programma elettorale e la squadra che la sostiene.

Qualche giorno prima era stata la volta della presentazione della coalizione di Carlo Cavalletti. Presso la sala Capitini del Comune le tre liste che lo sostengono hanno parlato del programma già presentato negli incontri sul territorio che proseguono a ritmo serrato. Al momento, così come per la Destra, non è dato sapere se, oltre ai comizi finali, ci saranno eventi dal grande richiamo negli ultimi giorni o se la strategia è quella di continuare con gli incontri nelle frazioni e nel capoluogo.

Diversa è stata la scelta della coalizione che sostiene la candidatura di Sergio Pezzanera. Le tre liste a suo sostegno già ai primi di aprile si erano presentate al “grande pubblico” con un’assemblea alla Sala Capitini, per poi bissare una settimana dopo con un pranzo di sostegno a Schiavo. Tempistiche che, forse, possono essere viste come un vantaggio se la coalizione è già pronta al terzo grande appuntamento: sabato 18, infatti, è in programma una cena a sostegno presso il Kiko78 di Spina. Una sfida, questa, utile anche a testare la tenuta del blocco che per primo – e dunque da più tempo – si è formato, restando poi invariato fino alla presentazione delle liste.

Ultima, ma non meno importante la coalizione targata PD. Molti eventi tematici – cultura, sport, politiche di genere e altro – e una grande presentazione al Teatro Concordia. Qui però la dimensione era regionale – con candidati sindaci di tutta l’Umbria – ed europea – con alcuni nomi che concorreranno per un posto al Parlamento europeo- mentre a livello comunale il PD si muove ancora abbastanza sotto traccia senza grande clamore, fatta salva la cena (molto partecipata) a Castello delle Forme di sabato 4 maggio. Continuano invece, per loro come per tutti gli altri, gli incontri con le parti sociali e gli elettori.

Nel frattempo c’è stato da tenere conto delle scadenze burocratiche, ultima delle quali quella sulla consegna dei certificati penali e dei curricula di tutti i candidati sindaci e consiglieri. Al momento solo una coalizione ha provveduto a pubblicarli anche on line (quella di Sergio Pezzanera), mentre la lista Ricreazione lo ha fatto da sola, differenziandosi all’interno del proprio blocco elettorale e mantenendo fede alla sua linea spiccatamente giovanile.

COMMENTS

DISQUS: 0