Migliano e Fersinone. Un’escursione primaverile in un angolo di paradiso

Migliano e Fersinone. Un’escursione primaverile in un angolo di paradiso

Se le belle giornate primaverili e le temperature miti vi fanno venire voglia di libertà, aria pulita e natura segnatevi la data di domenica 9 aprile. Considerando poi che le abbuffate di Pasqua e Pasquetta si avvicinano, cogliere l’occasione al volo potrebbe rivelarsi un’ottima scelta. Migliano e la splendida valle del Fersinone vi aspettano per una scampagnata, abbastanza semplice, ma molto suggestiva, organizzata dall’associazione tuderte Archeoumbria. Una bella escursione su di un percorso ad anello che vi ricaricherà in vista della settimana che anticipa le feste.

Partenza alle ore 9:30 dal campetto sportivo di Migliano, con ritrovo fissato per mezz’ora prima, e ritorno nello stesso paese intorno alle 13:30. Un circuito immerso nella natura per il quale non servirà molto, se non un abbigliamento comodo, ma adeguato alla stagione: pantaloni lunghi e giacca a vento, scarpe da trekking o comunque comode, acqua e bastoni da passeggio saranno gli oggetti di cui avrete bisogno. Per i veri amanti della natura è ovviamente consigliata una macchina fotografica ed un binocolo.

4/5 ore di cammino tra le rocce e l’acqua che caratterizzano l’aveo del torrente Fersinone ed i pendii del Monte Peglia, il tutto per un dislivello di appena 150 mt e 7 km di lunghezza. Durante la passeggiata si potrà visitare il castello di Migliano, un tempo feudo dei Conti di Marsciano e recentemente oggetto di indagini archeologiche da parte dell’università di Perugia, si potrà godere del panorama che offre la gola del Fersinone dalla sommità della Rupe Falcaia e scoprire – per chi non lo conoscesse – il Buco del Diavolo, una suggestiva cavità a picco sulla gola che ha ospitato l’uomo sin dalla più remota antichità.

Il prezzo dell’escursione è di appena 7€ e la prenotazione, che è obbligatoria, si può acquisire fino a sabato 8 aprile. Per ogni ulteriore informazione, inoltre, è possibile chiamare il 328 08 10 989, o scrivere una mail all’indirizzo tular@email.it.