M’illumino di meno: a Marsciano verrà spenta la pubblica illuminazione

M’illumino di meno: a Marsciano verrà spenta la pubblica illuminazione

La chiamata alle armi è arrivata da molto tempo e venerdì sarà il giorno X per “M’illumino di meno ”: le armi necessarie sono solo buona volontà e un po’ di senso civico. L’appello di Caterpillar, una delle trasmissioni radiofoniche di maggior successo di Radio2, ogni anno coinvolge tantissimi soggetti su tutto il territorio nazionale e non solo, dai singoli cittadini alle associazioni, dalle scuole ai Comuni e ad altri enti, con l’obiettivo di sensibilizzare tutti su un tema importante come quello del risparmio energetico. Venerdì 16 febbraio la dodicesima edizione della campagna, che si avvale dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, dell’alto patrocinio del Parlamento europeo, del patrocinio del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati, dell’adesione del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, vedrà protagonista anche il Comune di Marsciano. Ad essere interessate da un simbolico spegnimento della pubblica illuminazione saranno le aree di piazza della Vittoria, di via XX Settembre, di largo Garibaldi, di via Marconi, di via Umberto I° e di piazza del Catraione: il tutto avverrà tra le 18:30 e le 19:00.

L’invito, ovviamente esteso a tutti i cittadini, è quello di partecipare con piccoli gesti quotidiani al risparmio energetico: ridurre al minimo il consumo energetico, spegnendo il maggior numero di dispositivi elettrici non indispensabili, può essere molto importante.

La trasmissione radiofonica Caterpillar, inoltre, promuove da tempo l’utilizzo di mezzi di trasporto alternativi, prima fra i quali spicca la bicicletta: attraverso la campagna “Bike the Nobel ”, la bici è stata addirittura candidata al Premio Nobel per la pace, con tanto di richiesta formale portata ad Oslo rigorosamente su due ruote. Il Comune di Marsciano su questo tema è ancora un po’ debole: strade dissestate e senza uno straccio di pista ciclabile rendono difficili gli spostamenti in bici e impediscono totalmente lo sviluppo di un ciclo-turismo. D’altro canto l’amministrazione si è mossa con l’installazione di due colonnine nel centro cittadino per la ricarica elettrica dei mezzi e con l’acquisto di due auto elettriche a servizio della Polizia municipale e degli uffici.